Calcio. La Lazio da due mesi è più convincente della Roma, come gioco. In serata Napoli-Juve senza tifosi ospiti, i bianconeri non vincono al San Paolo dal 2000. C’è sempre voglia di scudetto alternativo al solito triangolo

310x0_1412423913179_PicMonkey_Collage
Rudi Garcia e Massimiliano Allegri

Dal 2002 ad oggi è un impero tra Torino e Milano. Juventus, Milan e Inter si sono spartite gli scudetti e l’unica a voler fare la parte di alternativa a queste tre big è stata la Roma non riuscendo mai a vincere. Sette per i bianconeri, quattro per i nerazzurri e due per i rossoneri quelli conquistati sul campo nelle ultime tredici stagioni. Dei sette bianconeri due sono stati tolti d’ufficio: uno revocato e l’altro assegnato a tavolino all’Inter.

Nella giornata odierna i due big match Napoli-Juventus e Roma-Lazio saranno fondamentali per la lotta allo scudetto e per il terzo posto. La squadra di Benitez vuole ripetersi dopo la vittoria in Supercoppa con la Juventus e bissare il successo della scorsa stagione al San Paolo.

La Juve giocherà senza l’apporto dei tifosi per decisione del comitato di analisi e sicurezza, non vince a Napoli dal 2000.

Il derby romano vede favorita la Lazio che sta esprimendo un gioco convincente rispetto alla Roma. Sicuramente i biancocelesti sono meno solidi dei giallorossi, la mano di Pioli sui risultati brillanti però si sta vedendo. I tifosi laziali possono essere contenti dell’operato di Lotito e sognare il terzo posto come già successe con Reja. Però con il tecnico friulano nelle stagioni 2010-11 e 2011-12 persero la qualificazione all’ultima giornata, sempre nei confronti dell’Udinese: per differenza reti e per due punti.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.