Il Gazzettino. Conte a Mourinho: “Ha la demenza senile, non ricorda le sue esultanze”. Mou replicherà: “Io non sarò mai squalificato per le scommesse…”. L’ex ct azzurro rischia la squalifica, il Chelsea non è riuscito a evitare queste sue dichiarazioni. Ce l’ha anche con Wenger e con chi vede Simeone al suo posto. Salah è il miglior africano, Coutinho va al Barcellona per 160 milioni. Se il Barça uscirà dalla Liga per l’indipendenza della Catalogna, Messi andrà via gratis, a meno che non vada in Francia, Germania o Inghilterra. Sei club italiani fra i 100 più ricchi al mondo

La lite continua fra Conte e Mourinho (tuttocalciatori.net)

Una nuova puntata del mourinhismo, inteso come scambio di battute con gli allenatori avversari. Dalle provocazioni contro Ranieri, cui diede del 70enne quando in realtà aveva 55 anni, il campionario è molto vasto e stavolta tocca Conte. Che in risposta paventa che soffra di demenza senile.
Giovedì, Mourinho smentisce l’addio al Manchester United. “E per dimostrare la mia passione per il club, a bordo campo non ho bisogno di comportarmi come un clown”. Si riferiva probabilmente a Conte, noto per la teatralità con cui segue le partite del Chelsea, e a Klopp, il tecnico del Liverpool. Ieri la replica stizzita dell’ex ct azzurro: “Ricordi la esultanza a Old Trafford nel 2004”. La corsa di 50 metri per il gol del Porto, che eliminò i Red Devils nei quarti di Champions. “Dovrebbe guardare il suo passato, stava forse parlando di sè? Capita che qualcuno possa scordare cosa ha detto o ha fatto. Certe volte è colpa della demenza senile”. E si picchia la tempia con l’indice, come a suggerire la pazzia del portoghese. Lo stesso gesto di Baggio a Sacchi, quando lo sostituì a Usa ‘94. Un’altra celebre corsa del lusitano fu dopo un gol di Maicon in Siena-Inter. La replica di Conte è però politicamente scorretta, il Chelsea minimizza parlando di amnesia, ma ha pronunciato demenza senile in italiano e allora la Premier lo multerà o addirittura lo squalificherà.
Conte replica anche a Wenger, che definisce farsesco il rigore assegnato ad Hazard nel 2-2 fra Arsenal e Chelsea. “E’ stato molto fortunato. Dimentica che nelle ultime partite contro l’Arsenal abbiamo chiuso in 10”. Altra stilettata per i giornalisti, sull’opzione Simeone per la sua panchina. “Già dopo la prima partita di campionato con il Burnley si diceva che il Chelsea cercasse il mio sostituto, dovreste provare a fare del vostro meglio”.
Dall’Everton gli arriverà il 24enne centrocampista Ross Barkley. Intanto Salah viene premiato come giocatore africano dell’anno, l’ex romanista precede il compagno del Liverpool Sadio Manè (Senegal); terzo Pierre Aubameyang, attaccante di Borussia Dortmund e Gabon. Salah è capocannoniere delle qualificazioni africane, riporta l’Egitto ai mondiali dopo 28 anni e in Inghilterra vanta 23 reti in 29 gare.
Sempre al Liverpool, il Barça aumenta a 160 i milioni di euro per Coutinho, mentre i Reds ne darebbero 45 alla Roma, per Allisson. La Juve dice ancora no allo United per Alex Sandro e chiude per Emre Can, per l’estate. Il Psg prepara l’offerta per Cristiano Ronaldo, offrendo Cavani al Real Madrid. E Messi, in caso di secessione e dunque dell’uscita del Barcellona dalla Liga, andrebbe via, senza far pagare i 700 milioni di clausola, a meno che i blaugrana non finiscano in un campionato di primo piano, ovvero Inghilterra, Francia o Germania: nel contratto non cita l’Italia, come alternativa.
Come ogni anno, dal ’95, Soccerex Football Finance 100, organizzazione britannica, classifica i club più ricchi al mondo, secondo il parco giocatori, il patrimonio immobiliare e i depositi bancari, il patrimonio del proprietario e il debito netto. Al comando c’è il Manchester City, davanti ad Arsenal e a Psg, 8. la Juve, 26° il Napoli, 30. l’Inter 30. Il Milan è al 34° posto, la Roma al 51° e la Lazio al 62°.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.