Il Gazzettino, la serie B. Il Venezia vince a Bari, ma meritava di più a Cesena. Le parate di Audero, il secondo gol in fuorigioco, i debuttanti. Le molte doppiette, la brillantezza dell’Unicusano

Davide Marsura attaccante del Venezia (Lapresse-Caludio Grassi)

Ecco il lampo arancionerorde sulla serie B. Il Venezia vince a Bari, grazie alle parate juventine di Audero, indonesiano che aveva debuttato in A a Bologna, e raccoglie il successo che avrebbe meritato a Cesena. Piace la solidità difensiva di Pippo Inzaghi, coniugata all’opportunismo che era suo da attaccante. Il vantaggio è alla mezz’ora, per lo sgambettino di D’Elia su Falzerano: “Che la scorsa stagione giocava nel Bassano”, sottolinea Filippo. Intende che è al primo anno vero in cadetteria, come il portiere e Modolo, Suciu e Moreo, più i subentrati Pinato, Marsura e Cernuto. Gente ignota al grande pubblico, che vola sulle ali del rigore trasformato da Bentivoglio. Il 2-0 al 13’ st, Del Grosso lancia da sinistra, sponda di Moreo, Zigoni infila. I pugliesi si limitano a palo e traversa nel recupero, di Improta e Floro Flores.
In vetta, il Carpi resta solo grazie al destro di Malcore. Nel gruppo delle terze, la Cremonese (poker a Vercelli con Pesce e Brighenti, la rovesciata dello scledense Cavion e Mokulu) e Avellino, cinquina al Foggia con doppietta di Morosini. Il Novara passa ad Ascoli con doppietta di Da Cruz. Allo scadere, l’Empoli riprende il Palermo con il rigorino di Caputo (doppietta), lo Spezia si aggiudica il derby con Marilungo. Alla Ternana basta il gol iniziale di Angiulli. Si chiama Unicusano, da quest’anno, la proprietà viene dal Fondi.
CLASSIFICA. Carpi 9, Frosinone 7; Perugia e Parma, Cremonese, Avellino 6, Palermo, Venezia, Empoli e Ternana 5; Pescara 4, Bari, Cittadella, Ascoli, Novara e Spezia 3, Salernitana 2; Brescia, Cesena, Entella e Foggia 1; Pro Vercelli 0.

 

Related Posts

Leave a reply


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.