Il Gazzettino, Pescara-Milan 1-1. Paperumma esce davvero dal fumetto, ma il retropassaggio di Paletta era troppo forte. Il pressing abruzzese su Sosa, lo scambio fra gli esterni. Il pareggio avviato da Bacca per Deulofeu. Il 2-1 annullato per fuorigioco molto dubbio di Benali. Mamadou Coulibaly arrivato con il barcone dal Senegal in Francia e poi nella casa famiglia di Roseto

Il pareggio di Pasalic per il Milan (Ansa)

Vanni Zagnoli
La figuraccia è di Donnarumma e del Milan, bloccato sul pareggio a Pescara, dall’ultima in classifica. Alla Roma, Zeman ottenne l’acquisto di Montella centravanti, senza poi poterlo allenare. Da collega anziano gli dà un dispiacere, ma difficilmente servirà a qualcosa, considerati i 9 punti dall’Empoli. Il Milan è ancora prigioniero di se stesso, di un avvio monotono, con Sosa pressato dai centrocampisti abruzzesi. La ripresa non basta e per il 4° anno di fila rischia di restare fuori dall’Europa. Il closing da questo punto di vista è ininfluente, ci sono i limiti di gioco del Montella rossonero, messo in difficoltà dalle piccole squadre.
Quando Caprari pressa Paletta, riemergono i limiti dell’argentino naturalizzato, che Prandelli aveva impiegato da titolare al mondiale in Brasile. Serve troppo forte all’indietro Donnarumma, il portiere si lascia sfuggire la palla. E’ la papera della carriera, a 18 anni può succedere. Accadde anche a Buffon, due volte: “Questo errore – racconterà – mi farà crescere, senza rovinarmi il morale. Tengo la testa alta”.
Sull’1-0, Vangioni salva, poi Donnarumma sventa un cross da destra di Memushaj. Bacca si perde, idem Ocampos e il palleggio rossonero è sterile. Il colombiano però è bravo a girarsi a centrocampo, apre per Deulofeu e la volata dello spagnolo è splendida. Fiorillo (all’esordio stagionale) si oppone, Biraghi spazza male e così ancora Bacca rianima l’azione, che Pasalic chiuderà in gol dalla media distanza: a Bologna aveva segnato allo scadere, sempre per iniziativa di Deulofeu; lo spagnolo è l’unico davvero in palla nel Milan, in assenza di Suso. L’inversione degli interni Mati Fernandez e Pasalic è determinante, a destra piace Calabria, preferito a De Sciglio.
Nella ripresa l’unica fiammata di Sosa, traversa da 25 metri. Per l’ultima mezzora entra Lapadula, applaudito dall’Adriatico perchè è stato l’uomo promozione, sarà chiuso con i piedi dal portiere. Intanto è ancora insidioso il Pescara, con la punizione di Bovo e il gol annullato per fuorigioco (molto dubbio) a Benali. E’ sempre il libico a impegnare Donnarumma e al 90’ sfiorerà il 2-1. Il finale è ovviamente rossonero, con il palo di testa di Romagnoli servito da Calabria, con la conclusione a lato di Kukca e il salvataggio di Campagnaro su Lapadula.
Sul campo spicca Mamadou Coulibaly, 18enne arrivato su un barcone dal Senegal in Francia, nel 2015, dalla zia, e poi a Livorno. “Stavo senza documenti in una casa-famiglia a Montepagano (Teramo) – racconta -. Per tre notti ho dormito fuori, al campo Patrizi di Roseto”. Lì venne aiutato da Mino Bizzarri, ex bomber di Lega Pro. “Mi portò dai carabinieri e poi in una casa-famiglia, dove vivo tuttora. Oddo mi fece allenare con la prima squadra, Zeman mi escluse per un mese ma mi ha fatto debuttare a Bergamo”. E l’ha lanciato contro il Milan, che tifavo da piccolo. E’ la storia della domenica e offusca un Milan da 5,5.

Pescara-Milan 1-1
GOL: pt 12′ Paletta aut, 40′ Pasalic
PESCARA (4-3-3): Fiorillo 6,5; Zampano 6, Campagnaro 6,5, Bovo 6.5, Biraghi 5; Coulibaly 6,5, Muntari 5,5 (20′ st Bruno 5,5), Memushaj 5,5 (41′ st Milicevic sv), Benali 6,5, Bahebeck 5,5, Caprari 5,5 (31′ st Cerri 5,5). All. Zeman.
MILAN (4-3-3): Donnarumma 4,5; Calabria 6,5, Paletta 5, Romagnoli 7, Vangioni 6; Pasalic 6,5, Sosa 5,5 (25′ st Locatelli 6), Mati Fernandez 5,5 (31′ st Kucka sv), Deulofeu 7, Bacca 5,5 (13′ st Lapadula 6,5), Ocampos 5. All. Montella.
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 5.5.
Note: ammoniti Biraghi, Bovo, Coulibaly, Bruno, Locatelli, Sosa e Paletta per gioco falloso, Coulibaly per gioco falloso, Memushaj per proteste. Angoli: 7-5 per il Pescara. Recupero: pt 0’, st 5’. Spettatori: 12mila.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.