Il Gazzettino, quinto posto dell’Italia nel nuoto sincronizzato ai mondiali di Budapest

Italia quinta nel sincronizzato con record nel tecnico (gettyimages)

(v.zagn.) C’eravamo abituati bene, con almeno una medaglia al giorno, ai mondiali di Budapest, ieri solo piazzamenti, il 5° posto dell’Italia nel nuoto sincronizzato, il 7° di Ruffini e il 10° di Vanelli nella 10 km.
Al Varoliget park, le sincronettes raggiungono i 90.7617 punti, record azzurro, grazie ai 27.3 di esecuzione e impressione artistica e ai 36.1617 di elementi, sulla musica “The Interstellar”, viaggio fantastico nello spazio. “In tutti gli elementi abbiamo ricevuto dei 9 – spiega il tecnico Roberta Farinelli -, è andata molto meglio del preliminare”.
Vince la Russia con 96, argento alla Cina (94.21) bronzo al Giappone con 93.1590, dunque due punti e mezzo sopra all’Italia. In acqua con la trevigiana Beatrice Callegari, 25 anni, di Castelfranco, tesserata per la Marina e a Montebelluna), con Domiziana Cavanna, Linda Cerruti e Francesca Deidda; con Costanza Ferro, Manila Flamini, Gemma Galli e Mariangela Perrupato.
La 10 km esalta Freddy Weertman, primo fondista della storia ad abbinare olimpiadi e mondiali. E’ olandese, fidanzato di Ranomi Kromowidjojo, si aggiudica la volata a tre sul lago Balaton, per un centesimo sull’americano campione del mondo Wilimovsky, a un decimo il francese Olivier, che gratifica del terzo podio Philippe Lucas, l’ex allenatore di Federica Pellegrini. Al via sono in 65, Federico Vanelli si fa vedere ai 2 km, ai 6,5 rimedia un’ammonizione, sarà 10° a 22”5: “Mi è mancato il guizzo finale”. Settimo Simone Ruffini, in 1h52’7”7, a 9”2: “E’ stata un’annata più di bassi che di alti. Avevo un bel numero, il 46 di Valentino Rossi”. Su questa distanza, magari nel 2019, in Corea del Sud, potrebbe gareggiare Paltrinieri.
Nel team event misto, fra trampolino e piattaforma, l’oro è a sorpresa per la Francia, davanti a Messico e Usa. L’Italia è solo 9^, con Giovanni Tocci (77.90 punti con il quadruplo e mezzo avanti raggruppato, coefficiente 3.8) perchè Noemi Batki sbaglia il secondo tuffo e prende 38.40.
PROGRAMMA. Alle 10: la 5 km con Martina Caramignoli (bronzo europeo nel 2014, sui 1500) e Giulia Gabrielleschi; qualificazioni del trampolino 3 m, con Adriano Cristofori e Tocci (semifinale alle 15,30). Sincronizzato: solo libero dalle 11 con Linda Cerruti, i preliminari del libero di squadra alle 19. Alle 20,10 pallanuoto, Ungheria-Italia. Dirette su Raisport ed Eurosport.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.