Il Gazzettino, la versione integrale del commento alla 2^ giornata di serie B: il Perugia è in testa

45996Vanni Zagnoli
Arriva la prima vittoria stagionale del Cittadella, che riscatta così anche l’eliminazione in coppa Italia, mentre il Vicenza si riaffaccia in B perdendo a Trapani.
Piace già la 10^ versione dei granata targati Claudio Foscarini, contro un Avellino deludente e battuto 3-1. Al 25’ Sgrigna pesca Barreca, il portiere irpino Gomis vola deviando oltre la traversa. Dall’angolo di Sgrigna, Castaldo tocca con la mano in area, Coralli (sostituto di Schenetti) calcia però altissimo il rigore. Passano 2’ e Pellizzer tocca pure con il braccio alto, qui il penalty è meno netto ma Castaldo lo insacca. Il Citta pareggia alla mezzora: punizione di Sgrigna, torre di Scaglia per Pellizzer che dunque si rifà immediatamente. A 34 anni, Alessandro Sgrigna conferma di essere uno dei migliori attaccanti della categoria, prende palla poco oltre la metà campo, entra in area e con un destro a giro indovina il secondo palo. Al 33’ siamo già sul 2-1, poi Gerardi manca due occasioni per il tris. Nella ripresa sono gli irpini a mancare il pareggio con Fabbro, poi Gomis ferma un contropiede solitario di Sgrigna, che esce per un guaio muscolare. Il portiere della squadra di Rastelli è il migliore in campo, si oppone anche al colpo di testa di Cappelletti. Al 28′ Gerardi chiude l’incontro con un gran sinistro a incrociare, allo scadere 3-2 mancato da Castaldo.
Il Trapani segna alla prima occasione con il colpo di testa di Terlizzi, su uscita sbagliata di Bremec. Il Vicenza reagisce con Maritato (para Marcone) e con l’impreciso Cocco. Mancosu avvicina il raddoppio, alla ripresa Terlizzi sgomita su Gentili e viene espulso, al quarto d’ora il pareggio biancorosso con il colpo di testa di Cocco, servito dalla punizione di Laverone. I siciliani collezionano 15 angoli, al 40’ Pagliarulo risolve la partita con un colpo di tacco.
L’Entella sfiora il colpo a Bologna, va subito in vantaggio con Sansovini, pareggia Cacia al 9’ st, però ai liguri manca un rigore netto. Il Carpi ne fa 4 al Varese, davanti al campione europeo di nuoto Paltrinieri. Splendido il vantaggio lombardo, in slalom, di Petkovic, che poi con la mano procura il rigore dell’1-1 di Mbakogu. Neto Pereira firma con una girata di testa il nuovo vantaggio varesino nella ripresa segnano Poli, Gagliolo e Lollo. Il Lanciano supera il Modena grazie a Gatto (28’) e Thiam alla ripresa. Lo Spezia abbatte il Frosinone, in 9 negli ultimi minuti: rigore di Ebagua (fallo di Gucher su Catellani al 7’), il pari al 10’ sempre dal dischetto, di Ciofani (contatto di Datkovic su Dionisi). Alla mezz’ora lo splendido destro del croato Culina. La Ternana passa al 39’ con Ceravolo, pareggia l’ex patavino Pasquato all’11’ st con una punizione alla Del Piero.

Nei posticipi, a Vercelli il Catania perde 3-2. I piemontesi alla mezz’ora perdono Cosenza per espulsione, colpo a Cani, gli etnei passano con Martinho, complice la deviazione di  Scavone. Nella ripresa, al quarto d’ora pareggia Marchi su cross di Belloni. A 20′ dalla fine l’espulsione di Sauro fra i siciliani. Il 2-1 è di Belloni di testa, dopo la traversa colpita su punizione da Ronaldo. Al 34′ Rosina su rigore, per l’intervento di Ragatzu su Martinho. Decide la punizione capolavoro di Ronaldo.

A Bari, il Perugia vince 2-0, al 28′ segna Falcinelli. Al 10′ st gomitata di Caputo a Goldaniga, con espulsione, 9′ dopo rosso anche a Defendi per doppia ammonizione. Al 32’ raddoppia Del Prete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.