Giornale di Sicilia. Sassuolo, la vigilia con Di Francesco: “Temo gli inizi del Palermo”

Vanni Zagnoli: il testo integrale del servizio pubblicato sul Giornale di Sicilia

index

La probabile formazione del Sassuolo (4-3-3): 47 CONSIGLI 23 GAZZOLA 28 CANNAVARO 15 ACERBI 3 LONGHI  19 TAIDER 4 MAGNANELLI 7 MISSIROLI 83 FLORO FLORES 10 ZAZA 17 N. SANSONE.

Panchina: 1 Pomini, 16 Polito, 28 Terranova, 5 Antei, 13 Ariaudo, 33 Brighi, 6 Chibsah, 8 Biondini, 99 Floccari, 14 Pavoletti.

Indisponibili: Pegolo, Manfredini.

Squalificati: Peluso, Vrsaljko, Berardi.

Diffidati: Vrsaljko, Taider, Floro Flores

Sassuolo. Senza tre squalificati, i neroverdi saranno comunque competitivi, al Barbera. Mancano gli esterni difensivi Vrsaljko e Peluso, Gazzola e Longhi sono altrettanto affidabili, a destra l’ex catanese deve solo fare maggiore attenzione in fase difensiva. Al posto di Berardi c’è Floro Flores, a bersaglio a Torino, nella ripresa dovrebbe toccare a Floccari e poi magari a Pavoletti, rosanero mancato, al posto di un altro attaccante.
A centrocampo torna il capitano Magnanelli dopo una giornata di squalifica, esce Brighi e Missiroli ritorna sulla sinistra. La panchina del Sassuolo è molto lunga, ne fa parte anche il palermitano Terranova, che in settimana ha preferito non farsi intervistare, perchè prima vuole tornare titolare.
La squadra di Eusebio Di Francesco era partita male, con 3 punti in 6 gare, nelle ultime 8 ne ha conquistati 16, fermando anche Juve e Roma. “C’è un po’ di rammarico per la gestione degli ultimi minuti – spiega il tecnico alla 3^ stagione in Emilia – e per alcune decisioni che hanno lasciato a desiderare. Ora pensiamo al Palermo. Anche i rosanero stanno avendo grande continuità di risultati, grazie a un ottimo allenatore che prepara benissimo le partite e dà un’identità alla squadra”.
L’argentino Dybala è in grado di arrestare la serie positiva del Sassuolo?
”Al di là dei gol, si fa notare per il movimento e le qualità tecniche. Lo ritengo uno dei talenti più interessanti della serie A. Sarà pericoloso, tantopiù su un campo difficile, perchè al Barbera ora c’è entusiasmo e vedo che la società sta facendo di tutto per portare più gente possibile allo stadio”.
La squadra di Iachini è specialista nei primi tempi?
“Lo dicono i numeri, dovremo stare attenti. Mi auguro di vedere lo stesso approccio di Roma, ma con un finale migliore”.
Prima della squalifica, Magnanelli aveva colpito un palo da fuori, contro il Verona.
”E’ recuperato, per un allenatore è fondamentale poter scegliere. Dispiace per alcune ammonizioni troppo fiscali, i ragazzi non le meritavano. In un campionato lungo però ci sta, soprattutto per i difensori”.
L’obiettivo resta la salvezza?
“Il patron Squinzi ci ha chiesto i 40 punti, magari il più presto possibile. E’ bello essere nella parte sinistra della classifica. L’Europa? Nel tempo ci proveremo, non quest’anno. Intanto abbiamo migliorato la fase difensiva. Escluso il 7-0 di San Siro con l’Inter, la nostra retroguardia è fra le meno battute”.
Vanni Zagnoli
vzag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.