Il Calciatore. Calcio e studio, da Fulvio Bernardini a Yuto Nagatomo tutti i calciatori laureati

(direttagoldbet.it)

https://issuu.com/associazioneitalianacalciatori/docs/il_calciatore_agosto-settembre_2020

Vanni Zagnoli

In principio c’era Fulvio Bernardini, il mitico Fuffo, l’allenatore dello scudetto con il Bologna del “Qui si gioca come in Paradiso”, laureato in scienze economiche e anche per questo soprannominato il professore.

Adesso sono tanti i calciatori professionisti laureati.

Fra i primi di questo millennio Luigi Beghetto, di Bassano del Grappa, oggi 47enne. Quando giocava nel Chievo, nel 2002, si laureò in scienze politiche all’università di Padova, con 90/110, con una tesi particolare: “il fenomeno sociale della violenza negli stadi di calcio”. All’epoca era compano del tedesco Oliver Bierhoff, dottore in economia e commercio e da anni team manager della Germania.

Due ex portieri sono laureati in giurisprudenza: Valerio Fiori, rivelatosi prestissimo, nella Lazio, e dai 30 anni per nove stagioni portiere di riserva nel Milan; Mario Ielpo, ex Lazio e Cagliari, nelle ultime stagioni volto di Telelombardia.

Fra gli allenatori troviamo Massimo Oddo (Perugia), laureato in Scienze giuridiche, economiche e manageriali dello sport, con tesi sul Milan Lab, in seguito alla sua esperienza in rossonero e Fabio Pecchia, avvocato, vincitore della coppa Italia di serie C con la Juve under 23. Fra i procuratori spicca l’ex centrocampista di Fiorentina e Lecce Luca Ariatti, laureato in scienze giuridiche, economiche e manageriali dello sport.

Opinionista di Raisport è l’ex Lazio e Atalanta Guglielmo Stendardo, altro uomo di diritto. Celebre la laurea del capitano bianconero Giorgio Chiellini, in economia e commercio all’università di Torino, con tesi su “Il bilancio di una società sportiva, il caso di Juventus Football Club. 

A 34 anni, gioca nel Galatasaray, in Turchia, il giapponese Yuto Nagatomo, ex Cesena, per 7 stagioni all’Inter, laureato in economia politica all’ateneo Meiji di Tokyo.

E’ nota la laurea dell’esterno destro del Torino Lorenzo De Silvestri, romano, ex Lazio, Fiorentina e Sampdoria, un anno fa in economia aziendale, a Roma, con tesi sul “marketing strategico come strumento competitivo delle società sportive”.

Sempre un anno fa il 103 per Matteo Bruscagin, in marketing e comunicazione aziendale, a Milano, alla Bicocca. E’ un difensore di 31 anni, ex Latina e Venezia, fra i protagonisti del ritorno in serie B del Vicenza.

Ha 39 anni Christian Puggioni, portiere ex Reggina, Chievo e Sampdoria, ora alla Vis Pesaro, laureatosi in giurisprudenza, a Reggio Calabria, con tesi sui diritti audiovisivi.

Quando la Spal si affacciò in serie A, il personaggio era Luca Mora, centrocampista barbuto con la passione per la filosofia, ora allo Spezia, in serie B. Ha discusso la tesi di recente, con Microsoft teams, all’università di Parma, su “modalità e mondi possibili”.

Nella galleria delle lauree più fresche ci aiutiamo con Guendalina Galdi, pubblicata su www.gianlucadimarzio.com.

Luigi Carillo, difensore di proprietà del Genoa, si è laureato in economia aziendale, da casa. Classe ’96, era prestito alla Sambenedettese, in serie C, anche grazie al lockdown ha completato gli ultimi 3 esami. Ventitrè anni ha Alberto Rizzo, terzino sinistro del Cittadella, laureato in Scienze Motorie, impiegato per una decina di gare da mister Venturato. 

Alla Virtus Entella, troviamo Andrea Settembrini, 28 anni, laureato in scienze motorie, centrocampista.

A metà aprile la laurea di Alessandro Gabrielloni, in “economia: banche, aziende e mercati”. L’attaccante del Como (serie C), aveva discusso con l’università di Macerata la tesi “cambiamento demografico e implicazioni macroeconomiche in Italia”. 

In serie C, laurea in scienze motorie anche per Niccolò Romero, attaccante del Sud Tirol, 28 anni, per Luca Guidetti, 34 anni, della Feralpi Salò. In D, per Denis Caverzasi, 26 anni, difensore centrale della Pro Sesto, e per Matteo Barzotti, attaccante di 28 anni, del Vigasio. 

Ha smesso l’anno scorso il difensore centrale Dario Bova, laureato in giurisprudenza e adesso avvocato, ha 36 anni e viene da 5 promozioni, si era affacciato anche in serie B.

Fra gli stranieri spicca Edin Dzeko, l’attaccante della Roma ha preso un diploma di tipo universitario in management dello sport, a Sarajevo, in Bosnia, due anni fa. 

L’ex milanista Nigel De Jong, olandese, si è laureato 5 anni fa, in economia, è un imprenditore di successo e a 36 anni gioca in Qatar.

Zeljko Brkic ha 34 anni, è serbo e ha smesso da due stagioni, è stato portiere titolare nell’Udinese arrivata più volte in Europa, con Guidolin, nel Siena e a Cagliari. Ha chiuso in Grecia, al Paok di Salonicco. Con tesi su Creta e Micene si è laureato in storia.

E chissà quanti altri ci sono sfuggiti, soprattutto in serie C e D. Certo nessuno ha lasciato il calcio come Spanò, da neopromosso in serie B, capitano, a 26 anni.

Da “Il Calciatore”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.