Il Gazzettino, Champions league. Napoli-Stella Rossa 3-1, quel gol di troppo preso dai serbi. A Liverpool ci sta di perdere con un gol di scarto

(ilmessaggero.it)

Serve un ultimo sforzo, il più difficile. Per passare, il Napoli deve pareggiare a Liverpool, oppure perdere con non più di un gol di scarto: la sconfitta per 1-0 non sarebbe sufficiente, grazie alla differenza reti globale favorevole agli inglesi. Dando per scontato che il Psg vinca a Belgrado, con i serbi eliminati.
La partita doppia di ieri premia il Napoli e il Psg, in parallelo, almeno per quasi un tempo. Segnano gli azzurri in avvio con Hamsik e i francesi con Bernat, raddoppia Mertens, imitato da Neymar. I reds però sono più forti della Stella (Rossa) e accorciano con il rigore di Milner procurato da Manè.
Al Marakana, la squadra di Milojevic è competitiva, ha fermato il Napoli sullo 0-0 (con quei 2 punti lasciati Ancelotti sarebbe già a posto) e battuto i britannici, fuori perde sempre molto nettamente e anche al San Paolo concede parecchio. I campioni della ex Jugoslavia hanno una tenuta difensiva persino inferiore al Chievo, certo gli Ancelotti (in panchina c’è anche Davide, figlio di Carlo) ieri hanno impiegato tutti i migliori, per una superiorità totale. In avvio, Callejon per Mertens e Borjan si oppone. Il primo gol su angolo di Mertens, prolunga Maksimovic (preferito a Hysaj), a centro area il piatto sinistro di Hamsik, al primo gol stagionale. La Stella ha un unico lampo, sull’imbucata di Marin per Simic, la conclusione è debole, Ospina respinge e Albiol nega il tapin all’esterno. Koulibaly avvia l’azione e la chiude, di testa, il portiere alza. Il raddoppio su ricezione profonda di Ruiz a sinistra, cross immediato, Degenek devia, la palla arriva a Mertens che, dimenticato da Babic, corregge con il destro. Callejon è in buona serata, avvicina il tris, come Insigne, troppo altruista. Hamsik lancia Mertens e il 3-0 è fatto, complice Degenek, aggirato. Marin conferma la classe di cui era accreditato (non evidenziata alla Fiorentina), nell’assist per il 3-1 di Nabouhane, delle isole Comore. Cantano comunque i 2500 tifosi arrivati da Belgrado e anche i napoletani, in una finale senza pathos, nonostante il calo degli azzurri, con respinta di Ospina.
Vanni Zagnoli

NAPOLI-STELLA ROSSA 3-1
GOL: pt 11’ Hamsik, 33’ Mertens; 6’ st Mertens, 13’ Ben Nabouhane.
NAPOLI (4-4-2): Ospina 6; Maksimovic 6,5, Albiol 6 (1’ st Hysaj 6), Koulibaly 6,5, Mario Rui 5,5; Callejon 6,5, Allan 6,5, Hamsik 7, Fabian Ruiz 6,5; Mertens 7, Insigne 6 (32’ st Zielinski 6). All. Ancelotti.
STELLA ROSSA (4-2-3-1): Borjan 6,5; Gobeljic 5,5, Degenek 5, Babic 5, Rodic 5,5; Krsticic 5,5, Simic 5,5 (33’ st Ebecilio sv); Srnic 5 (19’ st Jovancic 5), Ben Nabouhane 6, Marin 6,5; Stoiljkovic 5 (1’ st Joveljic 5,5). All. Milojevic.
Arbitro: Gil Manzano (Spagna) 6,5.
Note: ammoniti Krsticic, Jovancic, Gobeljic. Angoli: 7-2. 45mila spettatori. Recupero: pt 3’, st.

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.