Il Gazzettino. Il Chievo spera di evitare la serie B, di scontare la penalizzazione nel campionato che verrà, come Foggia e Parma. Zamparini: “La sentenza mi costa 50 milioni”. E il Bari fa ricorso: “Paradossale”, dice il presidente Balata

Mauro Balata presidente di Lega B (padovasport.it)

(v.zag.) Oggi arriva la sentenza sul Chievo, rischia la retrocessione perchè la richiesta della procura è di 15 punti di penalizzazione da applicare all’ultima classifica di serie A, ne basterebbero anche solo 6 per far ripescare il Crotone, che naturalmente preme per questa ipotesi.

In realtà le sentenze di queste settimane dovrebbero aiutare anche il club veronese e scongiurare la B. In primo grado, il Foggia era stato condannato alla serie C, per i pagamenti in nero, in appello ha avuto solo 8 punti di penalizzazione, da scontare nel campionato entrante. Idem il Parma, -5 e non promozione saltata, al punto che il presidente del Palermo Zamparini accusa: «Il pronunciamento mi costa 50 milioni in meno».

Secondo l’accusa, la società del presidente Luca Campedelli ha gon­fiato sino al 9000% i va­lo­ri dei cartel­li­ni di sco­no­sciu­ti, ottenendo si­no a 30 mi­lio­ni di plu­sva­len­ze, mentre i periti di parte ne evidenziano al massimo 2, discutibili. Possibile l’inammissibilità del procedimento, poichè Campedelli neanche era stato ascoltato.

Intanto, in serie B, il Bari fa ricorso per l’esclusione. «Istanza paradossale», secondo il presidente di Lega Balata. Ca­ta­nia, No­va­ra e Sie­na sperano nei ripescaggi, ma anche la Ternana.

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.