Il Gazzettino, il Pallone d’oro va a Modric. Le previsioni aggiornate, Mbappè e Varane non più sul podio. La diserzione di Cristiano Ronaldo. La novità del pallone d’oro giovanile: Cutrone, Donnarumma e Kluivert nella topten. L’oscar dell’Aic

Luka Modric (itasportpress.it)

E’ la sera del Pallone d’oro e, salvo sorprese, va a Luka Modric, vicecampione d’Europa con la Croazia e vincitore di 4 Champions league con il Real Madrid, nell’ultimo lustro. Dalle 20,30, su Skysport, verrà insignito il capitano dei blancos, a 33 anni. Sembrava dovesse prevalere su Mbappè, del Psg, che avrà il riconoscimento fra gli under 21, novità dell’anno, e su Varane, altro realista, invece nelle ultime ore si è sparsa la voce che secondo sarà Cristiano Ronaldo, davanti a Griezmann.
Il 63° trofeo è il più storico, poichè interrompe il duopolio fra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, 5 trionfi a testa. L’ultimo intruso fu il milanista Kakà, nel 2007, campione d’Europa e del mondo (per club), davanti a quei due fuoriclasse. France football ha una lista di 30 candidati, senza italiani, per l’assenza al mondiale, ma la semifinale di Champions della Roma avrebbe meritato almeno un nome.
La terna dei finalisti non era ufficiale, sorprendeva in effetti che ci fosse un centrale, Raphael Varane, 25 anni, neanche così popolare: è da Fabio Cannavaro, vincitore nel 2006, che manca un difensore dal podio. Stupisce l’esclusione di Antoine Griezmann, l’attaccante dell’Atletico Madrid, doppietta di coppe (Europa league e supercoppa, sul Real di Modric, ai supplementari) e della Francia, che sembrava il favorito e già terzo due anni fa, quando i blues furono finalisti all’Europeo di casa, e anche stavolta dovrebbe essere di bronzo.
Con l’incoronazione di Modric, si conferma il trend degli ultimi 3 mondiali, di non insignire più la nazione vincitrice, con l’argento di Iniesta (Spagna) nel 2010 e di Messi (Argentina) quattro anni più tardi. La pulce è sicuramente fuori gioco, avendo vinto solo la Liga, mentre Cristiano Ronaldo dovrebbe disertare la premiazione, come a fine agosto, quando la Uefa gratificò il suo ex compagno Modric, come giocatore dell’anno. E il regista ha portato a casa anche il Fifa best player 2018. Il centravanti della Juve viene da 4 successi in un quinquennio, neanche la probabilità del secondo posto lo farebbe desistere dall’idea.
Al Grand Palais di Parigi ci sarà anche la protesta violenta dei «gilet gialli» e qualche tifoso se la prenderà anche con i giornalisti votanti, perchè la statuetta non tornerà in Francia, 20 anni dopo Zidane. Nella lista per il Pallone d’oro giovanile ci sono anche i milanisti Cutrone e Donnarumma e l’olandese della Roma, Justin Kluivert.
A Milano, intanto, dalle 20,30, su Skysport1, ci sarà il gran galà del calcio dell’assocalciatori, con i premi alla carriera per Totti e Pirlo e il top 11 della scorsa stagione. Fra i giovani della serie B c’è il padovano Marco Varnier ex Cittadella, tra gli arbitri Orsato, di Schio.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.