Il Gazzettino, la guida in stato di ebbrezza di Verratti. Aveva appena preso la patente, a 25 anni. L’abitudine a fare l’alba, la villa a Neully da 25mila euro di affitto al mese

Marco Verratti e la moglie Laura Zazzara (barcalcio.net)

C’è da preoccuparsi, se anche Marco Verratti si fa beccare ubriaco alla guida. Il regista si sta perdendo, in nazionale raramente ha convinto, a Parigi nelle partite chiave di Champions è spesso naufragato, compresa un’espulsione. A 26 anni, sta conoscendo un’involuzione psicofisica, legata soprattutto alla pubalgia di questo 2018. Sembrava un bravo ragazzo, sorprende questo passaggio a vuoto alla Balotelli…

La polizia francese lo ferma di notte alla guida della sua auto, con un tasso di alcol nel sangue superiore al consentito, trascorre qualche ora in commissariato e ora rischia una lunga sospensione della patente e una pesante multa dal Psg. Nella notte fra martedì e mercoledì è stato beccato dai gendarmi nel XIII arrondissement, alle 3. Al volante, là sono consentiti 0,10 mg di alcol per ogni litro di sangue, Verratti è stato sottoposto alla prova del palloncino, con 0,49, dunque 5 volte il valore minimo. La guida in stato di ebbrezza è un reato, la prassi prevede che si resti in commissariato per alcune ore. Al ritorno a casa, è naturalmente pentito.

E’ nella capitale da 7 stagioni, teoricamente è uno dei migliori centrali d’Europa, di talento e rendimento, non così forte nel contenimento, ma era così anche Andrea Pirlo. E in azzurro ha proprio sofferto il paragone, al punto da finire in ballottaggio con Jorginho, adesso da scudetto nel Chelsea.

In Francia è coccolato, non è vero che abbia un carattere irascibile e testardo. Piuttosto, fa sapere il suo entourage, “è un semplicione”.

Salta fuori, invece, che ama “faire la fete”, le ore piccole, con amici e nei locali della capitale. 

«Ma non esagero – dichiarava – e adesso con la nascita del secondo figlio non posso fare tardi tutte le sere: i bimbi si svegliano alle 7, devo accompagnarli a scuola”. 

Verratti chiede scusa alla società, che si limiterà alla multa, il problema sarà l’allenatore Thomas Tuchel, che per un ritardo alla riunione tecnica prepartita ha escluso dai titolari Mbappè e Rabiot,  contro il Marsiglia. Addirittura il tedesco vieta ai giocatori bevande gassate e panini, stavolta però non calcherà la mano.

Il playmaker di Pescara venne lanciato da Zeman in serie B, assieme a Insigne, un anno e mezzo fa ha cambiato procuratore, lasciando Donato Di Campli per Mino Raiola. Il manager di Lanciano segue gli azzurrini Favilli, Orsolini, il vicentino della Spal Filippo Costa e soprattutto Koulibaly: “Mi spiace per la situazione”, fa semplicemente sapere. Tantopiù che in Italia quel tasso alcolemico sarebbe tollerato, ancorchè di misura, visto che è consentito guidare sino a 0,5. Insomma un bicchiere di vino e basta, neanche di troppo, per la verità i neopatentati da noi neanche dovrebbero mai bere, quando si mettono al volante. Di telefonata in telefonata, veniamo a sapere che qualcuno avrebbe avvisato la stampa, di questa scivolata, mentre in passato altre situazioni lesive dell’immagine di Verratti sarebbero state coperte dal suo staff, stavolta invece la notizia arriva sul sito spysee.it, per la delusione della compagna Laura, pure di Manoppello, paese di 7mila abitanti, al suo fianco assieme a Tommy, 3 anni. 

Di Campli aveva scoperto Marco a 13-14 anni e l’aveva seguito sempre, andando a trovarlo spesso, nella villa di Neully, da 25mila euro di affitto al mese. Là opera un siciliano, Mimmo, come factotum. Gli faceva anche da autista, al punto che Verratti sino a 20 giorni fa neanche aveva la patente. E’ proprio questa la vera notizia, un giocatore del suo livello non guidava. Con il Psg aveva rinnovato nel 2016, raggiugendo quota 5,7 milioni netti, ovvero 12-13 lordi, sino al 2021. Il dt Antero Henrique, ex Porto, l’avrebbe indotto a lasciare Di Campli, che per 100 milioni stava per portarlo al Barcellona. Verratti poteva diventare un campione, negli anni si è distratto troppo. Da qui, magari, si risolleverà.

Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.