Il Gazzettino, la serie B. Pordenone d’assalto a Salerno, il Chievo vince a Cremona. Il Venezia pareggia in casa contro il Pisa

(reggionline.com)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/pordenone_d_assalto-5682113.html

Adesso la serie B si ferma, è una sosta minima, rispetto alle 3 settimane del passato e sabato ci sarà il recupero del Cittadella, a Reggio Emilia.
Turno positivo, per le squadre di nordest, vincono fuori casa Pordenone e Chievo, pareggia il Venezia, mentre il Cittadella perde e scivola a 4 punti dalla serie A diretta. Meglio il Venezia del Pisa, ma pareggia solo nel finale. Gli arancioneroverdi non concretizzano le occasioni, i toscani sono cinici, al 39’, Gucher per Lisi, Marconi trova un buon anticipo sul primo palo e chiude con un diagonale sul secondo.
La ripresa è spezzettata, la squadra di Paolo Zanetti pareggia a 7’ dalla fine con Svoboda, da angolo. Per il Pisa è il 7° risultato utile in sequenza, grazie all’ex portiere del Pordenone Perilli, straordinario. Sulle punizioni iniziali di Aramu, poi Caracciolo ferma il tiro di Vacca. Perilli argina anche un tiro di Johnsen, il sinistro di Vacca e ancora Di Mariano, nella ripresa interventi su Aramu e Forte. C’è lavoro anche per Lezzerini, in particolare su Palombi, al terzo palo in due partite.
A Chiavari, il Cittadella si arrende all’Entella, alla 3^ vittoria in sequenza, per i primi liguri sono i primi successi della stagione. Risolve l’affondo di Matteo Mancosu a destra, al 40’, solo una parata nel primo tempo per il portiere di casa Russo. Alla ripresa traversa di testa per i granata, con Ogunseye, che poi sfiora l’incrocio con un sinistro dal limite. Chiosa rischia il rigore sul nigeriano, ma il tocco non è abbastanza forte per essere punito. 
A Salerno, il Pordenone regge bene, non sfrutta tuttavia l’uomo in più dal 29’, per la scivolata di Capezzi su Barison e anche l’allenatore Castori viene espulso. Nel secondo tempo è pericoloso Ciurria, Belec salva. Risolve la frustata aerea di Barison, servito da Calò. La Salernitana finisce in 9, rosso anche a Di Tacchio, allo scadere il contropiede vincente di Diaw, a 6 gol in 7 partite.
A Cremona, il Chievo avanza al 21’ con il rigore di Giaccherini, atterrato da Zaccagno. Nella ripresa Semper evita il pareggio di Gaetano, raddoppia Bertagnoli nel finale. 
Balotelli avverte un problema muscolare nel primo tempo, Brocchi dunque non lo può impiegare: Lecce-Monza finisce 0-0, brianzoli in 10 per l’espulsione di Bellusci, su Tachtsidis. 
E’ solo in testa l’Empoli, grazie al 2-0 di Cosenza. Traversa di Sacko per i calabresi, prima dell’intervallo Tiritiello stende Matos, Olivieri non sbaglia il rigore, Mancuso raddoppia.
A Reggio, il Pescara resta in 10 al 42’, per la seconda ammonizione a Bellanova, su Lunetta, eppure passa nel finale grazie al colpo di testa di Scognamiglio, che finirà sanguinante ed espulso.
Frosinone in vantaggio con Kastanos al 25’, il pari della Spal è al 40’, con Salvatore Esposito, traversa di Parzyszek a un quarto d’ora dalla fine per i ciociari, mentre era effettivamente da annullare l’1-2 di Tomovic. Decide l’errore del portiere di casa Jacobucci, punito da Paloschi. La Reggina avanza al 19’ con Liotti, nel finale l’Ascoli pareggia con Cangiano, alla prima rete in carriera e si impone con la classica bordata di Kragl.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.