Il Gazzettino. Lazio e Atalanta da Champions, ma a Frosinone e a Cagliari faticano. Caicedo decide e si fa male, Hateboer è il gregario che premia Gasperini. In serie B, il Brescia vola, il Palermo non vince più

(sport.virgilio.it)

Quant’è bella la lotta per la Champions league e anche per l’Europa. Vincono fuori casa entrambe le concorrenti, nei posticipi, la Lazio nel derby di Frosinone e l’Atalanta di nuovo, a Cagliari, come in coppa Italia.
La squadra di Inzaghi per una volta raccoglie forse oltre i propri meriti, perchè il Frosinone è stato all’altezza. Sullo 0-0, Ciano si procura un rigore, poi cancellato dal var, nel contatto con Bastos. Caicedo spreca, poi risolve il match dello Stirpe, all’incrocio. Nella ripresa emergono i limiti offensivi della matricola di Baroni, che incredibilmente ne aveva fatti 4 a Bologna. La Lazio si fa viva solo con Parolo da fuori, si fa male Luis Alberto, sostituito da Lulic, escono anche Badelj e Caicedo per Leiva e Berisha, mentre i giallazzurri chiudono con 4 attaccanti, Trotta e Ciofani a sostegno di Ciano e Pinamonti. L’interista calcia alle stelle da posizione favorevole, mentre Strakosha si esalta su Trotta. In casa, il Frosinone non riesce proprio a vincere.
Alla Sardegna arena, il primo tempo è banale, Maran è bravissimo a chiudere gli spazi alla squadra più in forma del calcio italiano. Si fa male Birsa, neo acquisto rossoblù, (frattura a un avambraccio), i bergamaschi si fermano ai tentativi di Pasalic e Djimsiti e alla punizione di Gomez, che non sorprendono l’azzurro Cragno. Al 5’ della ripresa Castagne crossa da sinistra, Hateboer sovrasta il friulano Padoin e azzecca il quarto gol stagionale. Berisha ferma Pavoletti e poi Faragò, mentre Zapata e Pasalic esaltano il portiere di casa. Nel finale Cragno intercetta il destro di Ilicic, mentre il Cagliari chiude in 10 per l’infortunio a Thereau, altro ex fedelissimo di Maran, al Chievo. Nel recupero la traversa di Deiola, su azione d’angolo, è arrivato dal Parma, per confermare la salvezza del Cagliari.
In serie B, Palermo-Foggia 0-0, l’ex squadra del friulano Zamparini (ai domiciliari) è a un punto dal Brescia, capace di farne 5 a Pescara, con doppietta di Torregrossa e due rigori. Ne ha 4 di margine sul Lecce e sugli abruzzesi di Pillon.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.