Il Gazzettino, mondiali di volley femminile. Italia-Turchia 3-0 quattro su quattro delle azzurre con 10 debuttanti su 14

Marina Lubian (oasport.it)

Il podio sfuggito al maschile, nel mondiale italiano, potrebbe essere colto al femminile, in Giappone. Il 4 su 4 delle azzurre a Sapporo è significativo solo per il successo di ieri, il 3-0 alla Turchia è da grande nazionale, anche soltanto perchè sulla panchina ottomana c’è probabilmente il miglior allenatore al mondo delle donne, Giovanni Guidetti, ultimo di una grande famiglia di pallavolisti, vincitore di Champions league nel Bosforo e capace di portare ai massimi livelli Germania e Olanda, prima delle turche.
La straordinarietà dell’Italia è nelle scelte di Davide Mazzanti, con 10 su 14 debuttanti, a un mondiale, rispetto al quarto posto di 4 anni fa, a Milano. Cinque sono nuove italiane e questa è una percentuale comune all’Italia di atletica, per esempio. Piace proprio il gioco della nazionale, armonico, con la regia della bassanese Ofelia Malinov, capace di sopraffare Alessia Orro, bruciata dalle olimpiadi da titolare, a 18 anni. Paola Egonu da Cittadella è fra i migliori opposti al mondo, ha una potenza maschile, tipica appunto delle africane (è ghanese), e sta salendo di livello anche Miriam Silla, ivoriana, passata al Conegliano. Se De Gennaro è da anni fra i migliori liberi al mondo, sorprende la continuità al centro di Anna Danesi, bresciana alla terza stagione nell’Imoco. A 22 anni, si sta davvero affermando, da titolare e come molte compagne spera di bissare l’argento colto nel World grand prix, l’anno scorso. Era in Cina, stavolta siamo in Giappone e oggi le azzurre affronteranno proprio le padrone di casa, dalle 12,20, su Raisport. In palio c’è il primato nel girone e il ruolo di favorita per il passaggio alla terza fase. L’unica altra a punteggio pieno è la Serbia, mentre Olanda, Russia e Usa sono già state portate al tiebreak.
Vanni Zagnoli
Italia-Turchia 3-0 (25-19, 25-21, 25-12): Malinov 3, Egonu 15, L. Bosetti 9, Sylla 13, Chirichella 7, Danesi 9; De Gennaro (l); Parrocchiale, Cambi. Ne Ortolani, Nwakalor, Fahr, Pietrini e Lubian.
Italia: 3 aces, 7 battute sbagliate, 10 muri, 11 errori. Turchia: 2 aces, 7 bs, 6 m, 19 e.

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.