Il Gazzettino. Pallanuoto. L’Italia femminile resta di legno agli Europei di Budapest. Sprecate 8 superiorità numeriche su 13

Il setterosa resta di legno. A Budapest perde di un gol la finale per il terzo posto contro l’Ungheria, pur offrendo una buona prestazione, di fronte a 4mila tifosi magiari. Le azzurre non realizzano in 8 superiorità numeriche su 13, concedono 4 rigori e vengono pure penalizzate dagli arbitri. Bianconi riscatta con una tripletta (compreso il 3-0 che aveva portato al 7 pari) il penalty decisivo sbagliato in semifinale. Reti iniziali di Emmolo e Cotti, doppiette per Di Mario e Garibotti, che a 1’20” dalla fine firma il 10-9, il pari però non arriva.
Stasera, alle 18,30, su Raisport2, la finale per il bronzo maschile di pallanuoto fra Italia e Montenegro, sconfitto in semifinale 10-9 dalla Croazia nonostante il vantaggio di 6-1.
Vanni Zagnoli
UNGHERIA-ITALIA 10-9: 2-3, 5-2, 0-2, 3-2.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.