Il Gazzettino, sabato le prime convocazioni di Mancini. Non ci sarà De Rossi, si a Gagliardini e Balotelli

Rolando Mandragora (gianlucadimarzio.com)

Le prime convocazioni di Roberto Mancini per partite ufficiali arriveranno sabato, prima di Parma-Juve, per le gare di Nations, venerdì 7 a Bologna con la Polonia e lunedì 10 a Lisbona.

Come portiere, il ct valuterà il rendimento di Donnarumma domani sera, con la Roma, non essendo in grande condizione, mentre Perin nella Juve sarà quasi sempre in panchina e Sirigu (Torino) è comunque in ribasso, rispetto a quando era l’alternativa di Buffon. Mancini comunque punterà su un titolare, evitando alternanze modello Bearzot verso Messico ’86, con Giovanni Galli e Tancredi in competizione.

Si prosegue con il 4-3-3, già utilizzato nel 2-1 con l’Arabia Saudita, nell’1-3 in Francia e nell’1-1 di Torino con l’Olanda. In difesa, Chiellini c’è, ha 34 anni e può resistere per l’intero biennio. Conti (Milan) non è pronto, mentre gli juventini De Sciglio e Spinazzola non stanno giocando. A destra, Zappacosta è in vantaggio su D’Ambrosio, a sinistra Criscito su Darmian, al centro dovrebbero giocare Bonucci e Chiellini, con Caldara e  Romagnoli come alternative. Meno chances di convocazione per Rugani, rimasto alla Juve, per Emerson Palmieri (Chelsea) e per Calabria.

A centrocampo, Verratti riprenderà stabilmente la prossima settimana, considerate le 53 gare saltate per infortunio nelle ultime 3 stagioni, al Psg, su De Rossi il ct ha molti dubbi: ha 35 anni può fare da chioccia per qualche gara, ma è in condizione di arrivare a Euro 2020? Il perno è Jorginho, tantopiù al Chelsea, saranno chiamati anche Mandragora (Udinese), i romanisti Pellegrini e Cristante, in difficoltà nella Roma, Gagliardini e Bonaventura, il milanista ha iniziato con gol e movimento. Dovrebbero restare a casa Benassi, comunque al top, Parolo e Baselli. 

Florenzi sarebbe stato titolare, si è fatto male lunedì sera, dopo il gol del 2-3 all’Atalanta.

In avanti sono già in buona condizione Bernardeschi e Berardi, Chiesa e Belotti, saranno chiamati anche Immobile, Insigne e Politano, che tuttavia all’Inter incide poco. Balotelli non sarà titolare, essendo ancora senza minuti, in Ligue1.

Dopo l’uscita al primo turno in Russia, Joachim Low per la Germania rinuncia agli juventini Khedira ed Emre Can e a Ozil: debuttano Kehrer (Psg), Schulz (Hoffenheim) e Havertz (Leverkusen), torna Sanè (Man. City) che meritava di giocare il mondiale.

Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.