Il Gazzettino, volley, Sada Cruzeiro-Trento 1-3. Al mondiale per club passano entrambe le italiane, adesso sono favorite, verso una finale tutta italiana

Simone Giannelli (ladige.it)

Al mondiale per club, passano entrambe le italiane, Trento dopo Civitanova, eliminando le più accreditate, Sada Cruzeiro e Zenit Kazan, e adesso diventano le favorite.
A Resovia, i brasiliani si aggiudicano nettamente il primo set, per 17-25, grazie allo 0-5 iniziale e al 9-15, chiuso con 8 punti di Evandro. La Trentino fatica in ricezione, solo Russell è continuo. I blu mantengono l’inerzia, teoricamente sono più forti, come il Brasile al mondiale, poi perso in finale con la Polonia. Dal 17-18 avanzano di 4, murando due volte Kovacevic, sostituito da Van Garderen. La formazione di Lorenzetti impatta a quota 21 con l’ace del padovano Candellaro, ma Evandro dà il +2. Trento contrasta due set point, l’attacco di Russell e l’ace di Nelli, al posto di Vettori, autografano la super rimonta: 28-26.
Il Sada fatica anche nel terzo parziale, si allontana sul 16-12, risale a -1, Trento resiste, con il vecchio cambio palla: tocca a muro e difende, Giannelli coinvolge Lisinac, insiste su Nelli e nel finale reinserisce Kovacevic. Al terzo setpoint i bianchi chiudono sul 23-25, con la precisione di Russell. Conduce anche nel quarto parziale il sestetto costruito da Bruno Da Re, ex ds della Sisley Treviso, sul 14-11. L’americano bronzo mondiale firma il 22-20, Nelli però è murato (22 pari), complice una ricezione imperfetta di Giannelli. Russell concede l’ace a Sander, Trento finisce a -1 e annulla due setpoint. Giannelli azzecca il servizio vincente che dà il matchball. Risolve il muro di Lisinac, per il 25-27. I carioca perdono nonostante 10 muri e 2 punti in più.
La Lube era passata con una giornata di anticipo, grazie al 3-2 in rimonta dei russi del Fakel sul Belchatow di Roberto Piazza, con eliminazione dello Zenit Kazan, campione d’Europa e del mondo in carica, fuori in anticipo. Civitanova è strepitosa, annulla 8 matchpoint alla squadra vincitrice di 5 delle ultime 7 Champions. Oggi, dalle 17,30, il Fakel Novy Urengoy di Camillo Placì si gioca il primo posto con Civitanova, su Raisport. In contemporanea, ma con differita alle 20,40, Resovia sfida Trento e anche lì è in palio il primato. Le semifinali sono incrociate, sabato, la speranza è che le italiane non si affrontino, perchè sono favorite per una finale tutta italiana.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.