Il Messaggero. Salernitana-Reggiana 3-0 a tavolino. Alvini: “Inconcepibile il mancato rinvio”

(tuttoc.com)

La prima stesura del pezzo per “Il Messaggero”

A Torino, il Napoli non si era presentato per le sole positività di Elmas e Zielinski, coinvolgendo l’Ausl, si è preso il 3-0 a tavolino, che potrebbe anche evitare, nei ricorsi. De Laurentiis aveva chiesto ad Agnelli di rinviare, l’ha fatto anche la Reggiana, ma il ds della Salernitana Angelo Fabiani è stato disponibile solo a parole, rimandando la decisione alla Lega di serie B, il presidente Balata non si è pronunciato.

I granata avevano la bellezza di 29 positivi al covid, martedì, di cui 22 giocatori. Arriverà il 3-0 a tavolino, anche se la Reggiana con una pec si appella all’articolo 55 delle Noif, ovvero la mancata presenza per cause di forza maggiore: anche l’Usl di Reggio ha vietato ai pochi giocatori sani di mettersi in viaggio. La società ha fatto scendere il pullman con il materiale tecnico, sperava almeno di ottenere il rinvio a oggi, l’ultimo giro di tamponi, venerdì, aveva fatto diminuito i positivi a 18, più 5 dello staff.

Il presidente del Monza Galliani aveva suggerito alla Salernitana di chiedere il rinvio, come fairplay, ma il proprietario campano, Lotito, non ha aderito. Il ds emiliano Doriano Tosi sperava in un rinvio molto più in là, poi a lunedì, poi a oggi, nulla.

L’epidemia parte dal turno di martedì della scorsa settimana, da Ascoli, dai 6 positivi, fra giocatori e staff, la Reggiana perde 2-1. Il giovedì, il conto sale a 11 calciatori e a 5 dello staff, così arriva il rinvio con il Cittadella: è l’unico bonus che una società può avere, quando ha più di 8 giocatori positivi. Domenica, il totale dei contagiati sale a 27, di cui 21 atleti. Due giorni più tardi, salgono a 29. Giovedì, a Cavazzoli, campo che ospitò anche la Reggiana femminile scudettata, con Milena Bertolini stopper, la visita degli ispettori di Lega. A Salerno si poteva impiegare la primavera, più i pochi a disposizione, il presidente Quintavalli non ci sta: “Non è una scelta giusta”. In effetti avrebbe esposto quei giovani a un match troppo squilibrato, com’è avvenuto in serie C, quando la Pro Piacenza stava per fallire, due anni fa.

Venerdì il post durissimo su facebook di Alvini, il tecnico della promozione: “Vista la straordinarietà del caso e la drammaticità del momento, è inconcepibile che il presidente della Lega B non abbia deciso di rinviare la partita. 

Una decisione diversa va contro i principi di lealtà. Scrivo dal mio letto, da 12 giorni sono malato”.

E così all’Arechi è andato in scena un allenamento, della Salernitana, aspettando i rituali 45’, come da regolamento, d’accordo con l’arbitro Marchetti. 

Volti sorridenti, nella squadra di Fabrizio Castori, che a Genova aveva dichiarato il proprio imbarazzo.

Vanni Zagnoli

La 6^ giornata. Cittadella-Monza 1-2,  Ascoli-Pordenone 0-1, Brescia-Entella 2-2, Chievo-Cosenza 2-0, Salernitana-Reggiana non disputata, Vicenza-Pisa 4-4, Venezia-Empoli sospesa per nebbia al 17’ st sul 2-0. Oggi: alle 15 Reggina-Spal, dalle 21 Frosinone-Cremonese. Domani: alle 21 Lecce-Pescara.

Da “Il Messaggero”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.