Ilmessaggero.it, basket. Capo d’Orlando in serie A2, dopo i playoff e la Champions league, con quella serie infinita di sconfitte. La ricca Bologna e Sassari fuori dai playoff, come Torino e Reggio. Venezia prima. I voti alla stagione

 

Bologna è fuori dai play off (reggionline.com)

https://sport.ilmessaggero.it/basket/capo_d_orlando_a2_bologna_sassari_fuori_dai_playoff_venezia_prima_oscar-3720927.html

di ​Vanni Zagnoli

Finisce la favola di Capo d’Orlando, passata dal debutto in Champions league, di fatto la terza coppa del basket europeo, alla retrocessione in A2. Colpa di quella striscia da record di sconfitte dopo un avvio dignitoso, venti e passa, quasi una trentina, considerata la coppa. C’erano solo altri due verdetti veri, da emettere, ovvero le ultime due ai playoff, passano Cantù e Cremona, non Bologna e Sassari. Fa specie la sconfitta della Virtus a Reggio, da due settimane matematicamente fuori, nonostante la semifinale di Eurocup, dovrebbe dunque lasciare coach Alessandro Ramagli e potrebbe arrivare proprio Menetti, accanto al (certo) approdo di Alessandro Dalla Salda come dg.

Venezia batte Milano, è prima e il vantaggio fa la differenza nel 60% di finali.
La classifica dopo 30 giornate, con relativi voti: Venezia 46 (voto 9, compresa anche la Fiba Eurocup cup), Milano 44 (6+, per l’Eurolega da penultimo posto), Brescia (8) e Avellino (7/8, finalista di Eurocup) 40; Trento 36 (7,5, per la sequenza finale di successi), Varese (7/8, partita da handicap) e Cantù (7,5, rischiava di fallire) 32, Cremona (7) 30; Bologna (6) e Sassari (6+, con l’Europa) 30, Torino (7, per la coppa Italia e il turno passato in Europa) e Reggio Emilia (7 per la semifinale persa contro una corazzata) 26, Pistoia (5,5) 20, Brindisi (5,5) 18, Pesaro (5+) 16; Capo d’Orlando 14 (4,5, pur tenendo conto dell’impresa estiva).
Si salva, dunque, Pesaro, da anni sul filo.

Già sabato iniziano i quarti. Domenica: Venezia-Cremona (gara-1 alle 19) e Avellino-Trento (ore 20.45), sabato: Brescia-Varese (alle 20,45, ma a Verona) e Milano-Cantù (20.30, con ritorno a Desio).

I migliori della stagione, invece. Mvp è la guardia americana della Sidigas Avellino Jason Rich, nominato da una giuria di giornalisti specializzati e dagli allenatori, general manager e capitani delle 16 squadre della Serie A che hanno attribuito gli Lba Awards. Segna oltre 19 punti a partita, con il 40% da tre. Tra i coach, Attilio Caja della Openjobmetis Varese, vincente già nel ’95-’96 con Nuova Tirrenia Roma, succede a Vincenzo Esposito di Pistoia. Miglior dirigente è il presidente della Umana Venezia, Federico Casarin, come 6 anni fa, mentre Diego Flaccadori della Dolomiti Trentino da tre stagioni è il miglior under 22.

Da “Ilmessaggero.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.