Ilmessaggero.it, basket. Cremona ancora ko, Venezia in semifinale scudetto

 

Fontecchio e Biligha durante la gara (lapresse/Raffaele Rastelli)

https://sport.ilmessaggero.it/basket/cremona_ancora_ko_venezia_in_semifinale_scudetto-3738521.html

Vanni Zagnoli

In questi playoff, il basket somiglia al volley, vincono le più forti e anche nettamente. Esce la Cremona del ct Romeo Sacchetti, che sperava di imitare la Sassari del suo triplete, non così più forte della Vanoli. Tre a zero dai campioni d’Italia di Venezia, con punteggi netti, anche un -30, ieri sera.

Il ct ha già convocato per un raduno, in programma la prossima settimana, negli spogliatoi ha lasciato camicia, giacca e cravatta, la sua divisa gialloblù, oversize, De Raffaele vuole il secondo scudetto, il doblete, campionato dopo la coppetta, la Fiba Europe cup, vinta su Avellino. La quale Avellino è sotto 2-1 a Trento e sempre nel tempio del volley domani rischia seriamente l’eliminazione. Gli irpini conducono per tre quarti di gara, si flettono sul più bello, come nel primo quarto, e nonostante Ariel Filloy, arrivato da Venezia, sono meno competitivi di un anno fa, quando il potenziale era forse superiore ai lagunari. Fra una settimana parte la semifinale Milano-Brescia, al meglio delle 7, dunque con almeno 2 incontri a Verona, aspettando il nuovo palazzetto della Leonessa, Venezia aspetta probabilmente Trento, nella rivincita della finale scorsa, quando pure l’Aquila aveva sprazzi di superiorità diffusa.

Domani, intanto, inizia la final 4 di Eurolega, a Belgrado, alla Kombank Arena, esaurita, con il Fenerbahce alla ricerca del bis e il serbo Zelimir Obradovic vicino alla decima Eurolega della carriera. Gigi Datome trova più spazio rispetto all’Nba, ma nelle finali di un anno fa non fu così super, a 27 anni Nicolò Melli vorrebbe imporsi come miglior centro d’Europa, nel rapporto classe-rendimento, pur avendo un fisico non pesante. In semifinale i turchi hanno lo Zalgiris Kaunas, di Sarunas Jasikevicius, ex allievo di Obradovic, capace di estromettere l’Olympiacos Pireo di Spanoulis, già primattore continentale ed escluso appena per la 2^ volta in 16 final four. Il Cska Mosca ha vinto la regular season, anche senza Milos Teodosic, ma con Sergio Rodriguez e con Nando De Colo leader, fra i migliori 5 del continente. Se la vedrà con il Real Madrid, eliminato un anno fa in semifinale dal Fenerbahce e all’inseguimento della stella di Eurolega, 3 anni dopo l’ultimo successo. Primattore è lo sloveno Luka Doncic, presto prima scelta Nba, supportato da Sergio Llull, ritornato in condizione.

Alle 18 Fenerbahce Dogus-Zalgiris Kaunas, con i turchi forti anche di Nunnally, mvp della serie A due anni fa, con Avellino, e l’ex Pistoia Brad Wanamaker. Occhio ai lituani Pangos, Milaknis e Jankunas, con buone percentuali nel tiro pesante.

Dalle 21, i blancos contro l’armata rossa, sconfitta in appena 6 gare sulle 30 del girone all’italiana, anche grazie alla difesa di Kyle Hines. I russi sono guidati dal greco Itoudis, meno noto di Pablo Laso, già buon playmaker.

Domenica le finali, le 4 gare saranno su Eurosport player e anche sul 211 di Sky (Eurosport2), ovvero sul 373 di Mediaset Premium.

Da “Ilmessaggero.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.