Ilmessaggero.it. Il 2-0 del Lecce alla Salernitana è da serie A. Monza fermato dall’ultima. Grosso debutta a Frosinone con uno 0-0

(ilmessaggero.it)

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/il_2_0_lecce_salernitana_da_serie_monza_fermato_ultima_grosso_debutta_frosinone_0_0-5874148.html

di Vanni Zagnoli

E’ la 31^ giornata di serie B, come sempre nel venerdì santo. Il Lecce batte la Salernitana e si porta a +4, anche sul Monza, che non passa a Chiavari, sul campo dell’ultima in classifica. Sconfitto ancora in casa il Venezia, scivola a -6 dalla zona promozione diretta, mentre la Reggina è ormai salva. Il Vicenza si aggiudica il derby con il Cittadella, raggiunto dal Chievo e con appena 3 punti di margine sul Brescia.

Successo del Cosenza sull’Ascoli, la squadra di Occhiuzzi sale a 2 punti dai playout, dal Pordenone, travolto a Brescia. Vince anche il Pescara, dopo 8 partite di digiuno, 3-1 al Pisa, che si allontana dai playout. Solo 0-0 per Fabio Grosso all’esordio sulla panchina del Frosinone, contro la Reggiana. 

Rinviata Cremonese-Empoli per i casi di Covid nella squadra toscana.

Lecce-Salernitana 2-0 Un tempo emozionante e teso, al Via del Mare, i salentini sfiorano il vantaggio con Lucioni e Coda, Castori resiste sino a un minuto dall’intervallo, quando Pettinari buca Belec con un diagonale preciso. Nella ripresa, al 19’ Coda prende il tempo a Bogdan e si invola verso la porta, il difensore viene espulso. Maggio avvia il contropiede, Pablo Rodriguez raggiunge il fondo e crossa a ritroso, per l’ex azzurro, classe 1982, ancora competitivo.

Entella-Monza 1-1 Primo tempo senza tiri nello specchio per i liguri, uno per il Monza. Liguri vicini al gol con Brunori, brianzoli con Colpani. Il match si sblocca dal dischetto, contatto in realtà troppo leggero di Bettella su Dragomir (serviva il Var per levare il rigore), trasforma Brunori. Sull’altro fronte Brescianini interviene su Federico Ricci, ci stava il rigore, per l’arbitro è simulazione. Il pari è di Scaglia a due minuti dal termine, di testa, su angolo di Barberis. Che allo scadere calcia fuori. L’Entella è a 8 punti dai playout, dalla Reggiana, a 7 giornate dalla fine difficilmente recupererà.

Venezia-Reggina 0-2 Due traverse dei lagunari, nel primo tempo, al 36’ con il solito Johnsen, tocco morbido su Nicolas, salvato dal montante. Poi la punizione di Taugourdeau, piatto al volo di Modolo che scheggia la traversa. Amaranto bravi in rottura, passano alla ripresa, con la punizione di Bellomo, Pomini esce male e Di Chiara ringrazia e con un sinistro al volo insacca dalla media distanza. Il raddoppio è da fuori, di Mario Situm, destro dal limite. Terza sconfitta interna di fila per il Venezia.

Chievo-Spal 1-1 Il veronese Palmiero rischia il rigore su Valoti, al 20’. Gialloblù vicini al vantaggio con Canotto in apertura e con Ciciretti nel finale di tempo, gli emiliani con Strefezza, in diagonale a lato di poco. All’8’ st il rigore per il Chievo, contatto di Okoli su Canotto (anche questo è troppo leggero per essere punito), dal dischetto trasforma Garritano. Pareggia al 17’ Mattia Valoti, miglior marcatore stagionale della squadra di Ferrara, con 9 gol, sul liscio di Tomovic, a favorire il colpo di testa del trequartista, con errore di Leverbe. 

Vicenza-Cittadella 1-0 Attacco pesante per i granata, con Ogunseye e Tsadjout, che però non bastano, la squadra ha perso brillantezza e rischia di uscire dai playout. Il Lanerossi è avveduto, come sempre, passa al 20’. Punizione dalla sinistra di Beruatto, sponda di testa di Valentini, esterno destro in area, al volo, di Nalini. Vandeppute e Beruatto non trovano il raddoppio, nella ripresa. Gargiulo avvicina il pari, Padella salva. Anche Tsadjout è insidioso, bravo Grandi a chiudergli lo specchio. I biancorossi sono a 4 punti dai playoff.

Brescia-Pordenone 4-1 Splendidi i due gol di Emanuele Ndoj, molto simili, con il braccio sinistro sposta l’avversario, trova il secondo palo, da fuori, dal centro sinistra, a una ventina di metri dall’area.  Realizza la prima e la terza rete, è il migliore del campionato nel rapporto gol/minutaggio, con 5 marcature in 7 presenze. In mezzo il raddoppio di Cistana sugli sviluppi di un angolo, è al suo primo gol in serie B. Il Pordenone aveva realizzato il 2-1 con un sinistro fulminante di Musiolik, favorito da un velo di Ciurria. Nel recupero Ayé sfiora il 4-1 e solo un grande riflesso di Bindi salva il Pordenone. Nel finale il contropiede di Labojko, servito da Mateju, il polacco è al primo gol in Italia. La squadra di Tesser è ferma a un punto in 5 gare, ancora ha problemi con il covid.

Pescara-Pisa 3-1 Abruzzesi brillanti, nel primo tempo, concretizza Galano al 41’: Odgaard sfugge a De Vitis sulla sinistra, crossa e l’attaccante di sinistro batte Gori, è al primo gol del 2021. Nella ripresa cresce un po’ il Pisa, ma è ancora il Pescara ad avere una buona occasione con Macin, partito in contropiede dalla sua metà campo. A un quarto d’ora dalla fine il Pisa chiede il rigore per un contatto su Birindelli, Pasqua lascia correre. Nel recupero Machin realizza da 20 metri, un minuto dopo accorcia Marconi. Al sesto minuto di recupero Busellato mette il punto esclamativo, con il 3-1.

Frosinone-Reggiana 0-0 Bardi vola su una bella conclusione del granata Radrezza, poi ci prova Rohden, impreciso. A inizio ripresa Lunetta ha un’ottima occasione per portare gli emiliani, il suo tiro di destro dal dischetto è alto. L’occasione migliore capita a Iemmello, a tre metri dalla porta, su cross perfetto di Ciano. Nel finale ci prova Zamparo da fuori, per la Reggiana, alto. Iemmello va vicinissimo al gol a due minuti dal termine, Venturi si distende e gli nega la rete con una gran parata.

Cosenza-Ascoli 2-1 Passano i marchigiani al 21’, punizione da sinistra di Sabiri segna Quaranta, di testa. L’Ascoli tiene bene, è pericoloso ancora con Buchel da fuori, mentre i calabresi al 32’ sono costretti a cambiare Petrucci con Kone. Prima dell’intervallo il pareggio dei calabresi: Brosco trattiene Gliozzi, Valeri fischia, dagli undici metri segna Tremolada. Il Cosenza sfiora il vantaggio con Ingrosso al 49’, lo trova tre minuti dopo con Kone, da fuori area lascia partire un sinistro imparabile. A 7’ dalla fine D’Orazio trova il pari, la rete viene annullata perché Bidaoui controlla il pallone, precedentemente uscito dal campo. Nel recupero Legittimo si oppone a Parigini, evitando il 2-2.

Classifica. Empoli 59, Lecce 55; Monza e Salernitana 51, Venezia 49, Spal 46, Cittadella e Chievo 45; Brescia 42, Vicenza 41, Pisa e Reggina 40, Frosinone 39, Cremonese 36, Pordenone 34; Cosenza 32, Reggiana 30; Ascoli 28, Pescara 26, Entella 22. 

Da recuperare, Pordenone-Pisa e Cremonese-Empoli. Lunedì il prossimo turno.

Da “Ilmessaggero.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.