Ilmessaggero.it, Ilmattino.it. Il Sassuolo vince a Crotone, Stroppa a rischio. Idea De Rossi. De Zerbi dedica la vittoria all’ad Carnevali, che ha perso la madre

(ilmessaggero.it)

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/de_rossi_allenatore_crotone_stroppa_a_rischio_sconfitta_contro_il_sassuolo-5766705.html

https://www.ilmattino.it/sport/calcio/de_rossi_allenatore_crotone_stroppa_a_rischio_sconfitta_contro_il_sassuolo-5766783.html

di Vanni Zagnoli

Il Sassuolo replica alla Sampdoria, tiene a difendere l’ottavo posto. E’ improbabile che possa riprendere il gruppo da 40 punti in su però con il successo per 2-1 a Crotone punta a ripetere il piazzamento della scorsa stagione. Torna al successo dopo 6 gare, coppa compresa, è solo alla 2^ vittoria in 9 partite ma ha ripreso a giocare bene.

Allo stadio Ezio Scida segna un calabrese, è la 3^ volta che ci riesce, Domenico Berardi rientra dall’inizio e realizza al 14’, riceve da Caputo, punta Reca, calcia fra le gambe di Luperto e infila il sinistro sul primo palo, Cordaz è sorpreso. I neroverdi vanno a segno da 12 gare di fila, subiranno peraltro una rete per l’11^ in sequenza.

Freddo, nevischio anche al sud, i pitagorici costruiscono poco, rispetto al solito. A Zanellato è perdonato un fallo da ammonizione sulla trequarti, a Magnanelli. Alla prima occasione vera la squadra di Giovanni Stroppa pareggia, l’uno contro uno di Ounas è letale a Peluso, la differenza di passo fra i due è enorme e preciso il sinistro dell’algerino che nel Cagliari aveva inciso poco. E’ la sua prima rete con i rossoblù, allontana per qualche minuto la voglia della famiglia Vrenna di affidare la panchina a Daniele De Rossi.

La velocità neroverde tiene sempre in scacco la difesa di casa, stessa cosa però anche sull’altro fronte, dal momento che Junior Messias procura l’ammonizione di Peluso.

Berardi calcia da destra, Djuricic incrocia di testa fuori, in equilibrio precario. Sulla sinistra il Sassuolo continua a soffrire, serve un’uscita di Consigli per arginare Pedro Pereira. Arriva il 2-1 calabro, sul cross di Ounas Djidji commette fallo sull’uscita del portiere, Di Carmine infila a porta vuota, Pezzuto al Var deve annullare 

Il doppio playmaker sassolese, Magnanelli-Locatelli, fa avanzare Maxime Lopez sulla linea dei trequartisti, Junior Traorè è in panchina, neanche la protezione superiore consente di limitare i rischi. 

Nella ripresa il Sassuolo comunque ripassa, Golemic tocca Berardi, è rigore, lo specialista è proprio l’ala, al di là dei 6 sbagliati in carriera, dal dischetto va Caputo perchè forse Berardi risente del colpo. Il centravanti segna e fanno 52 gol subiti dal Crotone, nettamente la peggior difesa della serie A.

La staffetta Traorè-Lopez è dopo un’ora, nel Crotone esce Petriccione, in ombra, per Vulic. Il Sassuolo fa girare palla, l’ultima della serie A deve difendere, ha una chance con Ounas, fuori. Il francoalgerino è sempre vivace, rovescia il fronte offensivo con grande rapidità, Pedro Pereira strozza la conclusione.

Caputo non è convinto, quando esce, insegue gli Europei, complice una pubalgia ha perso lo smalto di avvio stagione.

Il Crotone non riesce a uscire dalla propria trequarti, di fronte al palleggio rasoterra degli emiliani. Ounas si scusa per una palla persa, il Sassuolo non la trasforma, neanche poi con Traorè.

Nel frattempo Stroppa è passato al 3-4-1-2, inserendo il cannoniere Simy per Di Carmine, arrivato dal Verona, un altro attaccante, Riviere, entra per l’esterno Reca. Arriva il tris modenese, con Muldur, di testa su cross di Locatelli, l’arbitro annulla per una spinta su Luperto, quest’anno contatti del genere non sono stati puniti.

Il match è molto interessante, Cordaz lo mantiene incerto respingendo il sinistro ravvicinato di Berardi.

Per il Crotone sono 8 sconfitte in 10 gare, ha vinto le altre due, su Parma e Benevento, fra l’altro con grande fatica. Il Parma è invece a un punto in 9 partite, come il Cagliari, che comunque a +3 sull’ultima. Questo trio non va, così il Torino con 5 pareggi di fila si è portato a +2 sulla zona salvezza. Il Crotone è a -10 dalla Fiorentina, faticherà a coinvolgerla nel discorso retrocessione. Neanche i rinforzi di gennaio hanno migliorato di molto la situazione, certo il -5 dal Toro è ancora rimarginabile ma il rischio di chiudere da ultimi è concreto. De Zerbi, invece, dedica la vittoria all’ad Giovanni Carnevali, che ha perso la mamma Imelda, nel fine settimana.

I voti sul cartaceo de Il Messaggero

Crotone-Sassuolo 1-2

CROTONE (3-5-2): Cordaz 5,5; Djidji 5,5, Golemic 5, Luperto 5; Pereira 6, Messias 5,5, Petriccione 5,5 (22′ st Vulic 5,5), Zanellato 6, Reca 5,5 (28′ st Riviere 5,5); Ounas 6,5, Di Carmine 6 (28′ st Simy 5). All. Stroppa 5,5.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6,5; Muldur 6 (43′ st Ayhan sv), Marlon 6, Peluso 5, Rogerio 6; Magnanelli 6 (27′ st Obiang 6), Locatelli 6,5; Berardi 7 (43′ st Toljan sv), M. Lopez 6 (17′ st Traorè 6), Djuricic 6,5; Caputo 6,5 (27′ st Defrel 6). All. De Zerbi 6,5

Marcatori: 14′ Berardi, 26′ Ounas, 4’ st Caputo rig.Arbitro: Pezzuto di Lecce 5,5.

Note: ammoniti Peluso e Vulic. Angoli: 7-8.

Da “Ilmessaggero.it”, “Ilmattino.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.