Ilmessaggero.it, ilmattino.it, volley. Europei, 3-0 Italia alla Slovacchia fra tanti errori. mercoledì il quarto con la Russia

(ilmessaggero.it)

https://www.ilmessaggero.it/sport/altrisport/europei_3_0_italia_slovacchia_tanti_errori_mercoledi_quarto_la_russia-4708135.html

https://sport.ilmattino.it/altrisport/europei_3_0_italia_slovacchia_tanti_errori_mercoledi_quarto_la_russia-4708167.html

di Vanni Zagnoli

Miriam Sylla non vuole proprio sorridere, alla fine. E’ ai quarti degli Europei ma da vicecampionessa del mondo si aspettava di soffrire molto meno. Le azzurre sono state spesso in balia della Slovacchia, a Bratislava patiscono il fattore campo e la grinta di Marco Fenoglio, scudettato con Chirichella, due anni fa, a Novara, eppure non confermato, per l’ex ct Barbolini. Ringrazia il pubblico con l’applauso alto e ampio, con le sue ragazze, mai tanto competitive. Si gioca alla Ondrej Nepela arena, il regno dell’hockey su ghiaccio, che in Slovacchia è sport nazionale. In 10mila, gasati da luci stroboscopiche a confondere le azzurre. Con la Polonia avevano perso, era peraltro in ballo solo l’avversaria degli ottavi, al dentro e fuori non sono così abituate. La ricezione resta problematica ma in progresso, l’attacco è intermittente. 

Il primo allungo azzurro è con Indre Sorokaite, da anni opposto e qui adattata a schiacciatrice, in attacco è una sicurezza, almeno contro avversarie non di primo livello. Sul 20-15, sorprendono i due errori di fila di Egonu, che paga la fatica di una stagione infinita, in cui ha vinto la Champions league. Debutta Lucia Bosetti, utile in ricezione e per il 25-20, uscirà sul 6-5 del secondo parziale. L’Italia va sotto di tre punti, esce Folie, dal centro, per Fahr, a sorpresa, non per Danesi. Gli errori al servizio sono ricorrenti, ma anche in attacco (due di Egonu) e su palle non impossibili (Chirichella). Il 25-23 è frutto di giocate individuali, leggi i due aces di Paola Egonu.

L’Italia impatta bene il terzo set, con la centrale capitana e con l’oppostona, in battuta. Sorokaite continua su buone percentuali, Folie raggiunge la doppia cifra. Le slovacche vengono doppiate, rimontano sul 16-22, Sorokaite arresta l’empasse, si chiude a quota 21. Mazzanti lamenta il gioco lento e la desuetudine alle gare senza appello. 

Oggi si torna in Polonia con un volo charter, 700 chilometri per Lodz. Mercoledì nei quarti un’avversaria in ribasso eppure pericolosa, la Russia, che al Belgio concede un set. Vinse gli Europei del 2013 e del 2015. «Servirà il nostro cambio palla abituale – riflette Davide Mazzanti  e aggiustare i tempi sul loro muro»

Negli altri ottavi, escono 4 tecnici del nostro paese, avanza solo Giovanni Guidetti, con la Turchia, per 16-14 sulla Croazia di Daniele Santarelli, marito di Moky De Gennaro.

A Budapest, Olanda-Grecia 3-0 e Azerbaijan (ct Caprara)-Bulgaria 0-3. Ad Ankara, Serbia-Romania (ct Pedullà) 3-0, Turchia-Croazia 3-2. A Lodz, Germania-Slovenia (ct Chiappini) 3-0 e Polonia-Spagna 3-0. Oltre all’Italia, dunque, avanza solo il modenese Guidetti, che ha la nazionale migliore fra i ct parttime.

Mercoledì i quarti. A Lodz, Italia-Russia e Germania-Polonia. Ad Ankara, Serbia-Bulgaria e Turchia-Olanda. In Turchia, le semifinali, sabato, e le finali, domenica. Per le azzurre il quarto è forse più impegnativo della semifinale. Dall’altra parte del tabellone, Serbia-Turchia è il confronto più probabile, come accesso alla finale.

Da “Ilmessaggero.it”, “Ilmattino.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.