Da Ilmessaggero.it, Parma-Milan. Menez parla al telefono con il presidente Berlusconi. Con De Jong è il migliore

memezhttp://sport.ilmessaggero.it/calcio/serie_a/parma-milan-diretta-live-punteggio/902050.shtml

Vanni Zagnoli

Parma

Menez non è più un badboy, questo dice la gara del Tardini. Resta bad solo per gli avversari, alla Roma aveva solo lasciato intravvedere il suo potenziale. Il 4-5 di Parma fa riscoprire l’atletismo di De Jong, interdizione, rilanci e persino gol. In attesa di Torres, Balotelli neanche viene rimpianto perchè diventava spesso un limite, con la sua mobilità minima e il disimpegno. L’allarme è difensivo, perchè Bonera incappa in due ammonizioni evitabili e viene espulso, mentre De Sciglio è distratto sull’1-1 di Cassano e inventa l’autogol finale. Anche il terzo gol del Parma smaschera le difficoltà a uscire in blocco. Molto bene Abate e pure Honda.

“È stata una partita incredibile – racconta il francese ex Psg -, i tifosi oggi hanno visto un bel match. Nessuno ha mollato e abbiamo fatto un gol in più, nel calcio conta questo. Vittoria bella ma sofferta, il gruppo sta diventando forte. Mi trovo bene in questa posizione, perché posso andare da tutte le parti del campo: la squadra mi sta aiutando molto e per me è più facile. Riuscirò a giocare anche con Torres, un grande giocatore”. Il trequartista ha parlato direttamente con il presidente Silvio Berlusconi, appena dopo la partita, gliel’ha passato il vice Adriano Galliani.

“Menez è proprio forte – conferma il connazionale Ramy -, è stato decisivo”. Filippo Inzaghi è felice. “Questo è un gruppo straordinario, non dimentichiamoci da dove arriviamo. Nel primo tempo ho visto combinazioni fantastiche, poi abbiamo subito un gol a ogni tiro in porta. Abbiamo meritato di vincere, senza discussioni, mi sarebbe dispiaciuto pareggiarla. Faccio i complimenti ai due centrali subentrati, sono stati fantastici. Questo è lo spirito del Milan. La Juventus? Giochiamo contro una squadra fuori portata, dobbiamo ricordare che non ha venduto nessuno e si è rinforzata. Alla lunga può essere impari, ma in una serata proveremo a dire la nostra e colmare il gap tecnico con l’entusiasmo. Arriveranno anche momenti più difficili, dobbiamo ricostruire tanto”.

Sorprende Menez falso nueve. “Predilige quel ruolo, non è stato sponsorizzato da nessuno solo perché è arrivato a parametro zero”.

Donadoni per una volta se la prende con l’arbitro. “Siamo solo stati ingenui in qualche circostanza – spiega il tecnico da due anni e mezzo sulla panchina del Parma -, abbiamo regalato due-tre gol. Il Milan ci ha surclassato, questa partita ci deve dare orgoglio. L’errore del giocatore può starci, quello dell’arbitro sull’espulsione di Felipe proprio no. E’ inconcepibile come le partite a volte vengano rese complicate. Nessuna delle due ammonizioni del brasiliano c’era”.

 

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.