Ilmessaggero.it. Pescara-Cittadella 1-2, Diaw gol e rigore procurato. Doppia ammonizione per Legrottaglie il buono

(ilmessaggero.it)

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/pescara_cittadella_1_2_diaw_gol_rigore_procurato_doppia_ammonizione_legrottaglie_buono-5051666.html

di Vanni Zagnoli

E’ la sera del Cittadella, di Roberto Venturato, nato in Australia e creatore del miracolo Pizzighettone, paese cremonese con cui sfiorò la serie B. A 57 anni,  il tecnico più fedele del calcio italiano di vertice, venne promosso al primo tentativo con i granata, a giugno perse la finale playoff a Verona, nonostante i due gol di margine all’andata, ora prova a salire subito, alle spalle del Benevento la lotta però infuria. Ci prova anche il Pescara, battuto di nuovo, come a Pisa: Nicola Legrottaglie era il tecnico della primavera biancazzurra, raccoglie l’eredità di Luciano Zauri, debuttante nel calcio professionistico italiano in senso assoluto e presto esonerato. Il cattolico ex difensore centrale rischia a propria volta, Sebastiani si sarà pentito di non avere confermato Bepi Pillon, per una stagione e mezza eccellente e ora subentrato a Cosenza.

Allo stadio Adriatico, dunque (Giovanni Cornacchia, dedicato all’ex ostacolista) vince il Cittadella per 2-1. I padovani segnano al 6’, Proia trova il cucchiaio per Diaw, che difende con il corpo e trova il destro imprendibile per Fiorillo. Paleari inscena il suo abituale show, su Zappa. Il pari è a metà primo tempo, cross di Melegoni, colpo di testa di Gabriele Zappa, quinto di centrocampo, e palla sul palo lontano. Paleari si tuffa sulla punizione a giro di Memushaj. Branca replica, Fiorillo blocca e si opporrà anche a Rosafio. Secondo tempo, cross di Rosafio e Diaw di testa manda alto. Punizione di Branca, Fiorillo in angolo, a tratti la superiorità veneta è marcata. Zappa trova Bocic, Ghiringhelli devia in corner. Drudi esalta il portiere del Cittadella. Che a un quarto d’ora dalla fine raddoppia su rigore, Elizalde entra su Diaw, senegalese nato a Cividale del Friuli. 
Dal dischetto segna Manuel Iori, uno degli ultimi registi italiani, 37 anni e mezzo e all’8^ stagione al Cittadella, dov’è rientrato nel 2015. Il contatto c’è, appena dentro l’area, il Var avrebbe fugato i dubbi di Legrottaglie, espulso per la seconda ammonizione, dalla panchina, inconsueto. Le ultime chances sono per Diaw e sui contropiede dei gialli, in maglia da trasferta, per la gioia dei 20 tifosi. Il Citta riprende Pordenone e Salernitana, il Pescara ce l’ha con l’arbitro Illuzzi, con 32 punti è a 2 dai playoff ma solo a +3 sui playout.

Da “Ilmessaggero.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.