Ilmessaggero.it. Pescara-Perugia 1-1, Vido risponde a Memushaj. Per gli abruzzesi si allontana la serie A diretta

Falzerano su Brugman (Fabio Urbini/LaPresse/Ilmessaggero.it)

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/pescara_perugia_1_1_vido_risponde_memushaj_la_serie_abruzzese_sfuma-4426105.html

di Vanni Zagnoli

E’ la sera del probabile addio del Pescara alla serie A diretta. Il Lecce è a 5 punti con una gara in meno, il Palermo a 4 ma ne ha due in meno. Il Perugia, viceversa, riprende il Cittadella in zona playoff eppure deve guardarsi dallo Spezia, in campo domenica con l’Ascoli e a -2.

Sono del Perugia In parte l’inizio e l’ultimo quarto di gara, in mezzo molto più Pescara, ma l’1-1 ci può stare. Prima di cadere a Crotone, gli umbri avevano vinto fuori casa 4 gare di fila, in Abruzzo recuperano nel momento in cui sembrano fuori partita.

L’avvio è equilibrato, con occasioni su entrambi i fronti, la migliore è per Michael che crossa per il perugino Sadiq, in fuorigioco. Si susseguono i falli, hanno opportunità il pescarese Marras, di nuovo il nigeriano e Carraro per il Perugia. Il Pescara guadagna metri, passa con il destro al volo all’incrocio di Memushaj, unico superstite della promozione in serie D con Massimo Oddo, fra i titolari, rientrato da Benevento. La punizione era di Brugman, al 29’, respinta da un difensore e trasformata dall’albanese che in serie A sbagliò rigori importanti. Il Perugia replica, Scognamiglio in particolare è attento. 

Nel secondo tempo, avvicinano il raddoppio Ciofani dopo un bello scambio con Marras e Brugman da fuori. Quando la squadra di Pillon sembra tranquilla, in controllo del match, con l’ingresso di Falzerano il Perugia si fa pericoloso.

Ciofani salva sulla linea su azione d’angolo, poi ci sarebbe il classico rigore da Var, su Vido, senza si ha la tendenza a lasciar correre. Pareggia proprio il biondo attaccante di Bassano del Grappa, su cross di Falzerano da destra, trova la deviazione in acrobazia. L’esterno era appena entrato, l’1-1 arriva al primo tiro in porta degli umbri nella ripresa, al 25′, e Luca Vido non segnava da fine 2018. Poi Scognamiglio di testa non trova la porta, mentre Vido gira e Bruno salva vicino alla linea della porta biancazzurra. 

Il Perugia perde Sgarbi per doppia ammonizione, non Sadiq che interviene in maniera scomposta a centrocampo: l’arbitro Rapuano non se la sente di lasciare gli umbri in 9. Il Pescara ha il terzo miglior rendimento casalingo della serie B, non è bastato per superare il Perugia, sospinto da quasi 300 tifosi, comunque il pubblico dell’Adriatico applaude. Il Pescara era stato anche primo, il bilancio di un anno di Bepi Pillon sulla panchina biancazzurra resta positivo e mantenere la posizione playoff non dovrebbe essere un problema.

Da “Ilmessaggero.it”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.