Le perplessità su Mourinho. Meglio gli anonimi Andreazzoli e Dionisi, Zanetti e Gotti. Ma le boutade creano indotto

Non è questione di antipatia, è questione di sopravvalutazione del personaggio, da alcuni anni a questa parte, è questione di un calcio anche discreto ma comunque lontano da quelle vette di popolarità legate agli atteggiamenti.

Con il Sassuolo va via presto dall’intervista a Dazn, nel derby vuole la conferenza stampa a tutti i costi, con il Sassuolo va sotto la curva, la realtà è che da anni è un allenatore normale, di special resta la fantasia negli atteggiamenti, nelle proteste, nelle invenzioni per catturare l’attenzione, pensate che differenza rispetto ad Andreazzoli e a Dionisi, a Zanetti e a Gotti, i più anonimi della serie A. Certo alimenta il brand molto più di loro, porta un indotto diretto, alla società.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.