Italvolley. Berruto resta ct

berrutoDopo una meditata riflessione, Carlo Magri, Presidente della Fipav dal 1995, ha deciso di confermare il ct Mauro Berruto. Una scelta motivata da varie angolazioni. In primis i risultati della sua guida tecnica: bronzo ai Giochi olimpici di Londra 2012, argenti agli Euro 2011 e 2013, bronzi al Word league 2013 e alla Coppa del mondo 2013.

Dopo la conclusione della rassegna iridata, 13° posto, peggiore risultato negli ultimi 30 anni, l’opzione dell’esonero sembrava prevalere. Il confronto tra presidente e allenatore ha invece dissipato ogni dubbio. Una soluzione che rasserena tutto il settore maschile, da oggi concentrato sull’imprescindibile qualificazione all’Olimpiade di Rio 2016.

Il ct filosofo, ammirato da molti, rimane. Dopotutto il mondiale, iniziato male e finito peggio, presentava un livello tecnico altissimo e l’Italia era stata inserita in un girone di ferro. Berruto non accampa scuse ma sottolinea le specificità del contesto polacco. Questo nuovo imprimatur è un segnale positivo, considerando che nel passato Magri aveva sostituito Montali e per due volte Anastasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.