La settimana di Vanni Zagnoli, sintetizzata da Alessandro Mazzarino: Mourinho e Guardiola, Felipe Melo e Dzeko, i record di Cremona nel basket e di Giampaolo

Il brutto intervento di Felipe Melo ai danni di Lucas Biglia
Il brutto intervento di Felipe Melo ai danni di Lucas Biglia

Dalle idee di Vanni Zagnoli

Molti sono i fatti, accaduti in questa settimana, che non siamo riusciti a raccontare a causa di vari motivi.  Possiamo rimediare, però.

Alessandro Mazzarino racconta la settimana delle idee di Vanni Zagnoli, partendo dall’esonero di Mourinho, sollevato dall’incarico di allenatore del Chelsea. Un trionfo per Claudio Ranieri, tecnico criticato dal portoghese in passato, che adesso regna la Premier League con il suo Leicester.

Sulla panchina dei blues, torna Guus Hiddink, il quale dopo aver girato il mondo per sei anni, viene riaccolto a Londra, probabilmente come traghettatore del club di Abramovich.

Il mondo calcistico italiano, e non solo, si è concentrato anche sul comportamento di Felipe Melo, il quale ha commesso un brutto fallo su Biglia, durante Inter-Lazio, rimediando 3 giornate di squalifica.

In casa Roma, l’attaccante acquistato dal Manchester City l’estate scorsa, Edin Dzeko, è tutto tranne che un bomber. Fino ad ora ha deluso.

Serie A ricca di sorprese quella di quest’anno: Sassuolo ed Empoli appaiate al settimo posto. Tra le due squadre, colpisce di più la compagine toscana, guidata da Marco Giampaolo, accolto con un po’ di scetticismo, dati i suoi precedenti, che sono stati pienamente “smentiti”.

Il Bayern Monaco annuncia l’arrivo di Carlo Ancelotti sulla panchina bavarese. L’allenatore italiano, già vittorioso in Italia, Inghilterra e Spagna, sostituirà Pep Guardiola.

Chiudiamo il discorso calcio, con la squalifica di Platini e Blatter, condannati ad 8 anni, per corruzione. Pena che costringerà l’ex attaccante francese ad abbandonare l’idea di prendersi carico della Uefa.

Spazio anche per il basket, con la rivoluzione di Cantù: il magnate ucraino Gerasimenko esonera il tecnico Corbani, il quale aveva collezionato 8 punti in 11 partite. La squadra è stata affidata al russo Bazarevich, ex giocatore.

Sorpresa Cremona: 8 vittorie di fila portano i lombardi in testa alla classifica con Reggio e Milano.

Alessandro Mazzarino

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.