Lega Pro. Nel giorno dell’Epifania il portiere eugubino Iannarilli beffa il compaesano Mangiapelo. I precedenti di Rampulla, Taibi e Amelia.

iannarilli
Antony Iannarilli

Continuiamo con le storie. Questa è recentissima. La curiosità riguarda un gol segnato da un portiere lo scorso 6 gennaio. Si tratta di Antony Iannarilli, portiere del Gubbio, che al 92′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo beffa il collega del Grosseto Mangiapelo. Entrambi sono compaesani, sono di Alatri, centro di quasi 30000 abitanti, in provincia di Frosinone, nel Lazio.

Iannarilli, classe 1990, è cresciuto nel settore giovanile della Lazio, per poi trascorrere le sue stagioni all’Isola Liri, a Salerno per tre anni e poi a Gubbio. Nel 2013 ai tempi della Salernitana uno scontro di gioco gli provocò l’asportazione della milza e un lungo stop. L’avventura in granata si chiuse lì e ha così indossato la maglia eugubina, dove Acori gli ha trovato un posto da titolare.

I casi in cui suoi colleghi illustri hanno segnati sono tre: il 23 febbraio 1993 iniziò Rampulla firmando l’1-1 per la Cremonese al 92′ contro l’Atalanta; nove anni dopo, il primo aprile 2001, Taibi con la maglia della Reggina all’88’ con un colpo di testa degno dei migliori bomber realizzò l’1-1; il più recente è del 2 novembre 2006 quando Amelia a Belgrado con la maglia del Livorno segnò il gol che permise ai labronici di impattare per l’1-1 finale. Fu il primo portiere italiano a segnare in una competizione europea.

Biagio Bianculli

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.