L’Europa a trequarti del Sassuolo, Bianculli. Il progetto Squinzi è lungimirante. Dalla salvezza in C2 nel 2004 al sesto posto in A. Sempre 9 italiani in campo

sassuolo

di Biagio Bianculli, in copertina con la wag

Dai play-out della vecchia serie C2 al sesto posto in A. In tredici anni di presidenza Squinzi il Sassuolo ne ha fatta di strada. Il miracolo di provincia diventa realtà. Con i debiti scongiuri in vista della finale di Coppa Italia dove il Milan potrebbe acquisire l’accesso all’Europa League in caso di successo all’Olimpico di Roma contro la Juventus.

Corre il 2003 quando Squinzi diventa presidente a tutti gli effetti dei neroverdi che si salvano ai play-out (che erano stati persi l’anno prima contro l’Imolese e che grazie ad un ripescaggio li aveva fatti rimanere in C2) contro la Pro Vercelli. Nella stagione successiva il Sassuolo arriva quinto e perde le semifinali play-off con il Pizzighettone. Ma nel 2005-06 giunge la promozione in C1 con le finali play-off vinte contro il Sansovino.

Nei due anni della terza serie più importante d’Italia il Sassuolo di Squinzi è protagonista. Seconda da matricola perdendo le semifinali play-off contro il Novara e prima nel campionato successivo con Allegri (gli varrà la chiamata di Cellino sulla panchina del Cagliari).

Si pongono le basi per strutturare un quinquennio per volare in A. Settimo nel 2008-09, quarto l’anno dopo perdendo la semifinale play-off contro il Torino, sedicesimo nel 2010-11 nella stagione più delicata nel torneo cadetto, terzo perdendo le semifinali play-off contro la Sampdoria e vincitore del campionato 2012-13 con Di Francesco in panchina.

Con il tecnico abruzzese (esonerato e poi richiamato) si crea una grande sinergia. Salvezza al primo anno alla penultima giornata in Sassuolo – Genoa 4-2 , permanenza al secondo anno con 49 punti e sesto posto raggiunto al fotofinish contro l’Inter.

Un gran risultato raggiunto per una provinciale del nostro calcio che gioca ogni domenica almeno con nove undicesimi italiani. Potrebbe diventare un’innovazione per le convocazioni future dei giocatori sassolesi che andrebbero a risaltare il progetto neroverde.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.