Il menu degli ultimi giorni

Qualche idea della settimana.

1) L’orgoglio basco contro il Napoli, dalla coppa Uefa persa dall’Atletico Bilbao con la juve.

2) Siamo un popolo di nuotatori, il successo dell’Italia nella classifica a punti degli Europei, dunque non c’è solo Federica Pellegrini. Il ct Butini o Bonifazi, nel giro già 25 anni fa.

3) Gli europei del 2018 di nuoto alla Scozia, nel 2016 sono a Londra. La Scozia è una scelta inconsueta, ricordo una finale di Champions league a Glasgow e poco altro.

4) Il Vicenza chiede il ripescaggio in B, ma per due volte era già stato riammesso, questa sarebbe la terza in 10 anni. Le altre volte erano reintegri ma non fa differenza, per me.

5) Reggio emilia è l’unica città, con Roma e Milano, ad avere due squadre in serie A, di calcio e basket, dunque i tornei più importanti.

6) Quel Lotito che controlla tutto, esagerando. Ha già licenziato il primo allenatore del calcio professionistico italiano: alla Salernitana subentra Menichini per Somma. Si occupa di Lazio, Salernitana, Tavecchio, della sua azienda. Dorme 3 ore e mezza per notte, mi raccontava.

7) L’Italia vince gli ori della fatica, con Meucci nella maratona e Martina grimaldi nella 25 km. Meucci è una sorpresa, ripete i 2 successi di Stefano Baldini.

8) Racconti su Simeone vincitore della supercoppa di Spagna e poi squalificato 8 giornate: Lomonaco che lo portò a Catania nel 2011; Calori suo compagno nel Pisa in A nel ’90-’91 (Padovano difficile); Castagner suo allenatore in B. Poi eventualmente chi trovo fra chi è stato suo compagno o allenatore all’Inter e alla Lazio.

9) Mandorlini aveva firmato il prolungamento per un’altra stagione, era subentrato nell’ottobre del 2010 e, dopo Colantuono, che riprese all’Atalanta nell’estate del 2010, è il più fedele della serie A. Il ciclo di Gasperini al Genoa è più lungo ma spezzato.

10) E’ partita la Premier league. Intervisterei volentieri Benny Carbone, manager del Leeds. Silenzi è un mio mito, dalla Reggiana, fu il primo ad andare in Inghlterra, al Nottingham.
Di Canio ha giocato e allenato
Sannino è un amico, al Watford, ha allenato, con il ds Nani e 8 giocatori italiani: Cassetti, Forestieri e altri.

11) Il venerdì di Berlusconi a Milanello e la visita dei grandi presidenti, la presenza dei grandi in tribuna o al campo. Galliani l’aveva detto, a Reggio. ci sono anche gli assenti, tanti, nella storia del calcio, e i troppo presenti come Foti: era sempre in spogliatoio.

12) Sulle 1000 partite di Pagano da professionista posso sentire Galeone, uno dei suoi maestri. Maldini lo definì l’ala che lo impiegava di più.

13) Del Piero va in India, come Colomba. Per me fa bene ad andare, non può restare in Italia perchè i marò non vengono rimpatriati.

14) Gli errori di De Laurentiis costati l’eliminazione del Napoli, non ha investito sul mercato aspettando l’esito del preliminare, anche per questo è uscito. il calcio italiano sempre più in difficoltà, in Europa.

15) Torno indietro agli Europei. Eleonora giorgi era molto accreditata, nella marcia, chiude quinta, non vicinissima al podio. Meglio palmisano, rispetto alle attese, 7^.
Gibilisco chiude la carriera con 3 errori a 5,40, conveniva partisse da una misura inferiore, avendo un personale stagionale di 5,70.
anche nel fondo l’italia avvicina il podio, Vanelli arriva a meno 2” dal podio (“mi hanno chiuso e menato, la visibilità è nulla, in acqua”), Furlan è 5°.

16) 1-0 a buenos aires, dopo l’1-1 in paraguay con il nacional. festeggia il papa, in viaggio in corea, il successo in copa libertadores del san lorenzo, argentino.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.