Il Messaggero, basket. Con il pugno, Gallinari si è fratturato una mano. Niente Europeo, si è scusato subito. Torna Flaccadori, però magari verrà tagliato di nuovo

Danilo Gallinari (adnkronos.com)

Il Gallo stavolta ha combinato la frittata. Danilo Gallinari salta gli Europei per la frattura del primo metacarpo della mano destra, 40 giorni di prognosi, con tutore rigido, e lui stesso dopo la radiografia scrive su facebook: “Purtroppo non sarò più con la mia nazionale. Chiedo scusa ai compagni e a tutti”.
La seconda amichevole, con l’Olanda, era imprevedibilmente equilibrata, a Trento l’Italia è raggiunta più volte e verso la fine del primo tempo Cervi sbaglia due tiri liberi. A rimbalzo Kok si aiuta con il gomito e l’avambraccio, mette anche una mano sul collo di Gallinari. Colpo doloroso, certo, ma non da giustificare quella reazione. Dà una spinta vigorosa, tenta un primo pugno, finchè il gancio va a segno. Espulsi entrambi, l’olandese ha una ecchimosi sullo zigomo e spiegherà: “Probabilmente Gallinari era frustrato per l’andamento della partita per l’Italia. È stato un momento selvaggio, succede. Adesso sotto l’occhio il viso mi diventa blu”.
Gallinari si tocca la mano, è rotta e questa è la cosa più assurda. Il presidente della Federbasket Gianni Petrucci lo bacchetta: “Danilo ha compreso di aver sbagliato. Dispiace che in una giornata di trionfo per lo sport italiano arrivi il gesto non edificante di un nostro atleta. Ora sta alla squadra compattarsi per reagire positivamente”.
Ettore Messina lo stava impostando da ala piccola, in post basso offriva assist, adesso concederà più minuti a capitan Datome. “E’ stato un errore molto grave – annota il ct -, perché il concetto di farsi giustizia da soli non è condivisibile. Soprattutto quando si hanno grosse responsabilità nei confronti degli altri”.
Era il leader dell’Italia, in virtù dei 3 anni ai New York Knicks e dei 6 ai Denver Nuggets. Doveva portarla a un podio europeo mancante dal 2003, ovvero dall’ultima qualificazione alle Olimpiadi. “Gli errori si pagano – sentenzia Messina, che a fine Europeo sarà sostituito, perchè i prossimi impegni dell’Italia saranno nel cuore della stagione Nba -, questo lo pagheremo tutti insieme. Danilo imparerà dall’accaduto e la prossima volta in azzurro darà un contributo alla squadra, per ottenere buoni risultati”.
Torna così Diego Flaccadori, da due anni il miglior giovane della serie A. La guardia di Trento era appena stata tagliata e probabilmente lo sarà di nuovo, visto che ci sono 5 elementi in esubero, più Dada Pascolo, acciaccato.
Il Gallo è molto arrabbiato con se stesso, lo conferma il padre Vittorio, suo agente per l’Italia. “Tiene molto alla nazionale, dopo il nuovo contratto con i Clippers poteva decidere di saltarla, ma è sempre andato. L’accaduto è un danno per sè e per i compagni”.
Vittorio era il re della difesa, l’arma tattica dell’Olimpia Milano di Peterson, eppure anche molto corretto. “Gli ho spiegato che bisogna imparare a gestire le reazioni. Peraltro non aveva mai avuto episodi del genere. Con l’olandese neanche ha avuto modo di scusarsi, essendo andato subito in ospedale”.
Resterà la macchia, sulla carriera. “Succedono risse, anche in Nba. Senza l’infortunio, probabilmente in 3 giorni ce ne saremmo dimenticati. La non partecipazione agli Europei è un’aggravante”.
I tifosi si dividono, essendo Danilo lo sportivo italiano più pagato della storia, guadagnerà 65 milioni di dollari in 3 stagioni, quasi 22 l’anno. “Discorso assurdo, la gente si confonde fra lordo e netto”.
Sul facebook di Gallinari, gli attacchi sono superiori alle difese: “A 20 anni ti si poteva perdonare, alla tua età e da un professionista del tuo calibro è inaccettabile”.
Nel suo piccolo, ha fatto come Tyson, Zidane e Suarez. O come Pozzecco. Nel 2010 il pivot serbo Krstic fu processo per direttissima, dopo una scazzottata con la Grecia, per il Gallo il processo è solo sui social.
Vanni Zagnoli

Related Posts

Leave a reply