Parma-Juve, Donadoni: “Piegati solo al 90°. Da un gol in fuorigioco. Se giochiamo sempre così possiamo salvarci”.

timthumb
Roberto Donadoni

Parma – Il Parma esce dalla Tim Cup a testa alta. L’eliminazione ai quarti ad opera della Juve lascia l’amaro in bocca perchè i crociati per tutta la durata del match hanno annullato la differenza di classifica con i bianconeri e si sono dovuti arrendere ad un passo dai supplementari. “Non meritavamo che finisse così. Abbiamo giocato alla pari con la Juventus. Ai ragazzi posso dire davero poco, hanno dato una grande prova di carattere e di orgoglio. E’ la dimostrazione che quando c’e’ voglia di correre e faticare, di rincorrere l’avversario e attaccare, tutti insieme, si possono fare prestazioni di questo tipo. A Torino avevamo perso 7-0 con anche in campo della qualità in più, mentre stasera non si e’ vista la differenza di classifica e invece di 7 ne abbiamo preso solo 1. Per di più al 90esimo e un gol in fuorigioco. Dispiace per tutti i sacrifici che stanno facendo questi ragazzi: perdere cosi è penalizzante. Come è successo anche domenica scorsa con il Cesena, con un rigore non dato. Se giochiamo sempre cosi contro tutti possiamo ancora salvarci. Non alzeremo bandiera bianca A volte si sentono molte frasi fatte. Io credo ci voglia più dignità a rimanere al comando di un gruppo piuttosto che dire “ciao arrivederci”. E’ bene che tutti se ne rendano conto, per questi ragazzi, per come stanno lottando e per la voglia di non mollare che hanno dimostrato anche questa sera. Sono orgoglioso di quello che han fatto vedere”. Sulla situazione societaria: Ora arriveremo a questa data del 16 febbraio e forse li sapremo qualcosa in più. Da questo punto di vista dobbiamo essere ottimisti, il pessimismo non ci porta a niente” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.