Il Gazzettino. La serie B, il Cittadella è fuori dai play off, con Venturato li aveva sempre centrati. Il Vicenza è vicino alla C. Retrocede il Crotone. Per il Pordenone segna il figlio del presidente

(fotospot.it)

(v.zagn.) Il ritorno in serie C del Vicenza resta vicino, nonostante il successo a Como, firmato Brosco e Meggiorini. Il Cosenza batte il Pordenone già retrocesso per 3-1 e resta a +3 sul Vicenza, ancora terzultimo: ramarri avanti con Alessandro Lovisa, 20 anni, figlio del presidente, poi la rimonta, con doppietta di Larrivey. L’Alessandria non va oltre lo 0-0 con la Reggina, non è ancora certa dei playout. 
Il Cittadella è matematicamente fuori dai playoff. Ad Ascoli, i granata di Edoardo Gorini non vanno oltre lo 0-0, in una gara intensa, in cui hanno anche segnato, a metà primo tempo: punizione di Donnarumma e testa dell’ex Beretta, annullato dal Var per fuorigioco di Branca nel momento in cui parte il cross. Altre occasioni per il Citta sono per Beretta e per Baldini, fermato da una grande parata di Leali.
In vetta, il Lecce si porta a 4 punti sulle terze a due giornate dalla fine, battendo il Pisa 2-0, con gol di Lucioni e Faragò.

La Cremonese perde 3-1 a Crotone, eppure i calabresi retrocedono. Crolla anche il Monza, 4-1 a Frosinone, resta a due punti dalla promozione diretta, proprio dalla Cremonese. Al quarto posto il Benevento, che si fa superare per 1-2 dalla Ternana, il Brescia, rimontato allo scadere dalla Spal, e lo stesso Pisa. E Ferrara non è ancora salva.

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino. Serie B, pareggio per il Cittadella, Vicenza sconfitto a Reggio Calabria

(spalferrara.it)

Il terzo turno infrasettimanale di fila, in serie B, sorride al Cittadella, capace di fermare sullo 0-0 la Spal dell’ex Venturato, non al Vicenza, sconfitto a Reggio Calabria. Due giorni fa, il Pordenone aveva perso a Terni per 1-0.
Il Cittadella, dunque, si giocherebbe il posto playoff con l’Ascoli, ma dal Benevento in giù nessuno è ancora certo di esserci. A Ferrara la supremazia è spallina: nella ripresa occasione per i granata Baldini e Benedetti nella stessa azione, l’ex Alfonso non si fa sorprendere; Kastrati invece dice no all’altro ex, Vido, e poi a Da Riva.
Il Vicenza perde con la Reggina per 3-1, scivolando a 5 punti dai playout. Due occasioni per il biancorosso Zonta, il Lanerossi non subisce granchè, paga la mano di Brosco (rigore di Galabinov) e la percussione di Menez, vecchia maniera, di quando giocava nella Roma. Alla ripresa errore di Contini in uscita, sulla respinta Cortinovis trova il pallonetto. Nel finale angolo di De Maio e zampata di Padella, giusto per l’onore.
Il Lecce torna avanti da solo, 3-1 sull’Ascoli, con doppietta di Coda, capocannoniere con 15 gol, davanti al compagno Strefezza con 11. I marchigiani erano andati in vantaggio con Pablo Rodriguez, il pari era di Ragusa.
Il Pisa si porta sul 3-0 con il Crotone, doppietta di Benali e poi Torregrossa, la quasi rimonta è con Mogos e Cuomo. A Monza il Parma si illude con un gioiello di Vasquez nel primo tempo, nel finale il pari brianzolo con Gytkjaer. Il Frosinone abbatte il Cosenza in extremis, grazie al fallo da rigore di Hristov su Tribuzi.
A 11 giornate dalla fine, gli stessi ciociari hanno un briciolo di speranza di promozione diretta. Il Cittadella ha 4 inseguitrici ancora insidiose, sino al Como, mentre il Vicenza rischia ancora di staccarsi in anticipo. Il Pordenone è quasi doppiato, nei punti, Bruno Tedino vive la sua peggiore stagione, mentre l’ex Tesser è vicino al ritorno in serie B con il Modena.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino, serie B. Le venete e il Pordenone in difficoltà

(spot.sky.it)

Sconfitte nette per Cittadella e Pordenone, pareggio interno per il Vicenza, che continua a restare sul fondo della classifica, assieme ai friulani.
Al Tombolato, passa la Cremonese per 2-0 e raggiunge in vetta il Lecce, in campo oggi con il Benevento. Segnano l’esterno Casasola a metà primo tempo e Buonaiuto, dalla sinistra, alla ripresa. Il Cittadella chiude in 10 per la doppia ammonizione a Tounkara, a un quarto d’ora dal termine: è a 2 punti dai playoff, l’allenatore Gorini fa rimpiangere le 6 stagioni di Venturato. Che peraltro con la Spal ne prende 4 a Monza, davanti al presidente Berlusconi, complice l’espulsione di Dickmann al 9’. Poker esterno anche per il Pordenone, avanti con Di Serio al 10’ e rimontato nella ripresa dal Parma, con il 38enne Pandev, Man, Vasquez e Benedyczak.
Poche le emozioni al Menti: Di Carlo era stato esonerato per le 5 sconfitte iniziali, Brocchi ha portato solo 12 punti in 17 gare.
Buona occasione per il Vicenza con Meggiorini, devia Matosevic; la migliore opportunità per il Cosenza è nel recupero, tiro di Larrivey, neutralizza il portiere Contini. Il Perugia abbatte il Frosinone con la doppietta di De Luca e la rete di Olivieri. Il derby calabrese è della Reggina, Montalto segna al Crotone addirittura dalla propria metà campo.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino. L’Ascoli sbanca Pordenone, sprechi e pari del Cittadella

(informazione.it)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/l_ascoli_sbanca_pordenone_sprechi_e_pari_del_cittadella-6335733.html

In serie B, continua a faticare il Pordenone, sempre ultimo e senza successi: cede di misura all’Ascoli, che scavalca al sesto posto un Cittadella sprecone a Terni. A Lignano Pineta, i neroverdi rischiano due volte, ringraziano il tuffo di Samuele Perisan su Dionisi, poi la deviazione sul palo, di tacco, di Iliev, sul tiro di D’Orazio. Al 41’ angolo di Maistro e incornata azzecata da Salvi. Nel finale parata di Leali su Folorunsho, mentre Bidaoui calcia a lato il raddoppio.
A Terni, due occasioni umbre, poi Antonucci tocca per Vita, petto e girata mancina, per il vantaggio del Cittadella. Nella ripresa Iannarilli impedisce il raddoppio, il pari invece è di Partipilo, servito da Defendi, poi Kastrati salva l’1-1 granata.
Nel bigmatch, il Lecce strappa il punto a Frosinone. Torna in campo Giuseppe Rossi, ha firmato con la Spal e disputa metà ripresa, la Spal è peraltro rimontata due volte dall’Alessandria, vincente per 2-3. Al Mazza, vantaggio interno di Mancuso, sinistro all’incrocio, pari di Chiarello, poi Dickmann e Corazza, risolve Arrigoni per l’Alessandria, al 38’. Il Perugia batte il Crotone con un gol per tempo, di Lisi e Matos, mentre il Brescia passa a Vicenza e resta solo in testa: vantaggio di Proia, le rondinelle dilagano con Palacio e la doppietta di Bertagnoli, il 2-3 è di Giacomelli.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino. Pordenone e Vicenza ko in trasferta, Cittadella stasera all’esame del Pisa

(corrieredellosport.it)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/pordenone_e_vicenza_ko_in_trasferta_cittadella_stasera_all_esame_del_pisa-6306761.html

Pordenone e Vicenza perdono fuori casa, oggi tocca al Cittadella, a Pisa, contro una squadra in zona promozione da inizio stagione.
Il sorpasso momentaneo si compie a Brescia, dove i ramarri allenati da Bruno Tedono avrebbero meritato il pari: al 33’ st risolve Moreo, di testa, su cross di Pajac. Le occasioni sono per le rondinelle Tramoni e Bisoli, nella ripresa il Pordenone con Pellegrini e Camporese. Nel recupero sfiora il raddoppio Leris.
Ad Ascoli, il Vicenza attacca all’inizio, salvo però favorire il vantaggio di Dionisi al 20’, con una disattenzione. Il pari di Ierardi è annullato per fuorigioco, come il 2-0 di Salvi, con un gran tiro dalla distanza. All’intervallo raddoppia Dionisi, complice una deviazione. Nella ripresa la squadra di Sottil sfiora il tris ma poi concede la prima rete stagionale a Diaw. I biancorossi non vincono da 5 gare, sono penultimi, mentre l’Ascoli interrompe il digiuno di 6 giornate.
Il Como è scatenato, ne fa 4 (in 28’) all’altra matricola, il Perugia, già miglior difesa della serie B, a bersaqglio La Gumina, Cerri, Bellemo, Solini, per gli umbri De Luca, ci stava un divario inferiore.
La Ternana si scatena subito ad Alessandria, doppietta di Donnarumma, pallonetto e colpo di testa. In mezzo il pari di Chiarello, annullato dopo un check del Var. 
A Cremona, la Spal resiste a una delle formazioni più forti, insidiosa con Esposito. Ferrara avanza con Buonaiuto, sul rinvio portiere Carnesecchi. Il pari è di Melchiorri. 
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino. Il Citta sorride, pari del Pordenone

(strettoweb.com)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/il_citta_sorride_pari_del_pordenone-6296067.html

Ognissanti di passione per il Vicenza, superato come da pronostico a Parma, e da urlo per il Pordenone, che al 92’ raggiunge la Cremonese, e per il Cittadella, vincente a Reggio Calabria.
Al Tardini, espulso Brunetta al 34′ per atterramento di Diaw. In 10, il Parma trova il vantaggio con Benedyczak. Mihaila, Vazquez e Tutino costringono il portiere vicentino Grandi agli straordinari. Al 25’ st seconda ammonizione per Di Pardo, ritorna la parità numerica. Il Vicenza attacca fino all’ultimo, Buffon salva. Nel diluvio di Lignano Sabbiadoro, Pordenone avanti su cross di Falasco e testa di Camporese. La Cremonese pareggia con Zanimacchia, con errore di Perisan, l’1-2 è di Strizzolo. Nella ripresa salvataggi del portiere neroverde su Di Carmine e Zanimacchia, il pari è di Zammarini. A Reggio, il Cittadella segna al 13’ con Vita, servito da Antonucci. Montalto e Laribi esaltano Kastrati, è gioia granata dopo due sconfitte.
Terzo pareggio consecutivo per la capolista Pisa (segna Masucci), fermata dall’Ascoli su rigore, braccio di Leverbe. Il Lecce supera il Cosenza, veniva da tre pareggi, il Como passa a Terni, il Perugia riprende la Spal a 4’ dalla fine. Sofferto il successo del Monza dell’Alessandria. Nel recupero, Cicerelli (Frosinone) fa cadere il Crotone e Tramoni (Brescia) abbatte il Benevento, reduce da 8 risultati utili.
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino, serie B. Il Cittadella perde a Monza, Vicenza spazzato via a Terni

(monza-news.it)

In serie B, il Cittadella perde a Monza, contro la squadra più ricca, assieme al Parma, mentre il Vicenza è spazzato via a Terni, 5-0.
Il portiere brianzolo Di Gregorio è il migliore, neutralizza 3 grandi occasioni granata, Antonucci coglie il palo su punizione, hanno chance anche Branca e Vita. Nel Monza, Stroppa perde Pirola per un trauma cranico. Meglio il secondo tempo lombardo, nel recupero il contropiede di D’Alessandro, da centrocampo.
A Terni, il Vicenza è travolto dalle reti di Palumbo, dalle doppiette di Partipilo e Donnarumma, sul 4-0 l’espulsione del biancorosso Giacomelli. Il Frosinone batte l’Ascoli con le reti di Gatti e Ricci. Il Benevento ne fa tre al Cosenza. La capolista Pisa ospita stasera la cenerentola Pordenone, che riavrà in panchina Tedino. La Cremonese sbaglia un rigore con Ciofani, era già capitato in coppa Italia a Torino, è punita Spalek, del Brescia, ora a due punti dai grigiorossi, secondi. Nuovo pareggio del Lecce, fermato dal Perugia. 
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino, serie B. Il Cittadella batte il Pordenone, Vicenza ko

(tuttosport.com)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/il_citta_batte_il_pordenone_vicenza_ko-6205299.html

Neanche a Cittadella arriva il primo gol in campionato del Pordenone, con 11 reti al passivo. Con Massimo Rastelli per Massimo Paci i miglioramenti sono minimi, per i granata, invece, è la terza vittoria casalinga: rispetto alle 6 stagioni con Venturato lo spettacolo è inferiore, con Edoardo Gorini aumenta la concretezza. Decide al 12’ st la conclusione di Baldini, l’eroe della semifinale vinta con il Monza, Perisan non trattiene e Okwonkwo tocca in gol. Nel primo tempo due chances per il ramarro Folorunsho, una per Okwonkwo, su cui Perisan vola. Nel finale, manca il pari Cambiaghi.
Due marcature negli ultimi 10 minuti lanciano il Pisa da solo in testa alla serie B. Vince 3-1 in casa del Vicenza, ancora a 0 punti dopo 4 giornate, come Alessandria e Pordenone, perciò è sempre più in bilico la posizione di Mimmo Di Carlo, il tecnico di promozione e salvezza: la società spera di convincere Venturato, in subordine Oddo e Liverani. Proia di testa porta in vantaggio i biancorossi, convincenti, come gioco. Tourè pareggia prima dell’intervallo, Ranocchia firma il 2-1 annullato dal Var, decidono i subentrati Birindelli e Mastinu, di tacco.
Il Benevento fa perdere i primi punti all’Ascoli, 2-0 grazie ai cross di Foulon per Sau e Roberto Insigne. La Reggina supera la Spal 2-1, con Hetemaj e Montalto. Tre a due del Lecce all’Alessandria: Tuia, gol piemontesi di Corazza e Ba, in extremis la ribaltano Pablo Rodriguez e Coda. Il Monza avanza con Mota Carvalho, il pari della Ternana è allo scadere, con Capone. Rosi e Situm autografano l’1-1 fra Perugia e il ripescato Cosenza. 
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Gazzettino. Serie B, derby al Cittadella, il Pordenone cede al Perugia

(corrieredellosport.it)

https://www.ilgazzettino.it/pay/sport_pay/derby_al_cittadella_il_pordenone_cede_al_perugia-6151111.html

Il nordest non ha più il record di squadre, in serie B. Il Venezia è salito, il Chievo neanche ripartirà dalla serie D, perchè nessuno ha presentato offerte.
Restano il Cittadella, ieri sera vittorioso sul Vicenza, 1-0, e il Pordenone, sconfitto a Lignano Sabbiadoro dal Perugia. Il Citta, dunque, non ha più Venturato, era il tecnico più fedele del calcio italiano di vertice, con 6 stagioni di fila in granata, ora la fascia passa a Gasperini, alla 6^ annata all’Atalanta. Nel Padovano il tecnico è il suo ex vice, Edoardo Gorini, al debutto. L’esordio va bene, come in coppa Italia, con il 2-1 al Monza. I veneti creano un’occasione per Gargiulo (Pizzignacco salva) e la rete all’8’, di Frare, su tirocross basso di Vita. Il Vicenza costruisce tre opportunità in un minuto, con Zonta (Kastrati si oppone), Giacomelli (alto e Diaw (Frare rischia l’autogol). A 4’ dalla fine l’arbitro Marcenaro fischia il rigore per la scivolata di D’Urso su Calderoni, da quest’anno c’è il Var anche in campionato, il replay è provvidenziale e porta alla revisione, con simulazione. Allo stadio Tombolato, l’obiettivo è sempre la serie A, di certo con il minor budget possibile, mentre i biancorossi inseguono i playoff, Mimmo Di Carlo però dovrebbe cercare di più lo spettacolo.
Il Pordenone rischia, ad affidarsi a Massimo Paci, un ex difensore centrale, anche in serie A, è all’esordio, dopo una solo stagioni in C, al Teramo, due in D e due in Eccellenza. L’avvio è traumatico, con lo 0-1 firmato dal Perugia di Alvini, che era retrocesso in C con la Reggiana. All’intervallo angolo, testa di Santoro per Murano, bravo a toccare in porta di destro. Nella ripreas il palo friulano di Folorunsho, poi l’espulsione di Kouan nel Perugia.
Per salire in A, le favorite sono il ricchissimo Monza e il Parma retrocesso (Buffon è tornato dopo 20 anni), poi il Benevento, magari il Brescia, lo stesso Cittadella e il Crotone. Ambizioni ha la Ternana di Cristiano Lucarelli e del patron Bandecchi, editore del mondo Unicusano. I nuovi allenatori sono 12 su 20, esattamente come in serie A.
La 1^ giornata. Frosinone-Parma 2-2, 
Pordenone-Perugia 0-1, Cittadella-Vicenza 1-0. 
Oggi, su Sky, Dazn e radioRai1: alle 18, Reggina-Monza e Ternana-Brescia; dalle 20,30, Ascoli-Cosenza, Benevento-Alessandria,
Crotone-Como, Cremonese-Lecce e 
Pisa-Spal. Le dirette sono anche su Timvision e su Helbiz, piattaforme al debutto. 
Vanni Zagnoli

Da “Il Gazzettino”

Il Messaggero. Il Venezia torna in serie A dopo 19 anni

(veneziatoday.it)

E’ la serie A del Venezia, 19 anni dopo, non la prima del Cittadella. Che si fa raggiungere sull’1-1 da Bocalon, allo scadere, su assist di Maleh, ma i padovani per salire dovevano raddoppiare, penalizzati dalla posizione in stagione regolare. E’ la fiaba di Duncan Niederauer, gli americani arrivano alla quinta proprietà in A, a scapito della famiglia più longeva, il Citta è nelle mani dei Gabrielli dagli anni ’70. L’allenatore Roberto Venturato perde la finale, come due anni fa, con il Verona, allora partiva dal vantaggio di due gol del Tombolato, stavolta dal -1.
Al 26’ arriva l’1-1 aggregato, su passaggio illuminante di Iori, classe 1982, Ceccaroni sbaglia l’intervento e Proia infila. Dieci minuti e due ammonizioni in pochi secondi a Mazzocchi, fallo tattico su Proia e irruzione in ritardo su Donnarumma. Veneziani in 10, resisteranno. Orsato non punisce una trattenuta su Modolo, ammonisce per simulazione, espelle Aramu (Venezia) per proteste, dalla panchina. Carambola sul braccio di Frare, Orsato fa proseguire. Pari superfluo e festa in laguna, l’ultima A fu con Prandelli, nel 2001. L’anno dopo con Zamparini venne esonerato, per Iachini, che mancò la salvezza, ora il presidente di New York spera nella permanenza. Raggiunta da Novellino, con Recoba, nel ’99.
Vanni Zagnoli
La serie A 2021-22: Atalanta, Bologna, Cagliari, Empoli, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia, Torino, Udinese, Venezia, Verona.

Da “Il Messaggero”