Tuttoreggianaweb, il mio commento su Alberto Colombo. Non amo chi ha opportunità di rilievo senza gavetta

http://www.tuttoreggianaweb.it/tweet-da-casazagnoli/per-principio-non-approvo-la-scelta-della-reggiana-di-affidarsi-a-un-allenatore-cosi-giovane-e-sconosciuto-1228

Sapete come la penso, vorrei che nel calcio esistesse la meritocrazia. La panchina della Reggiana resta prestigiosa, affascinante, anche 15 anni dopo l’ultima serie B, la scelta di Alberto Colombo a prescindere non mi convince.

Certo, il trend del calcio nazionale è questo, gli ultimi arrivati sono i primi. Cioè, un calciatore anche senza nome smette e subito diventa tecnico professionista di una squadra professionista. Se si tratta di un campione, passi, ma un illustre signor nessuno conviene che faccia un percorso più articolato: giovanili, campionati dilettantistici, serie D, dopo almeno un lustro e campionati vinti può arrivare in Lega Pro.

Poi, per carità, qualcuno fa anche bene subito come Scazzola, neopromosso in serie B con la Pro Vercelli. Le perplessità mie erano su Mangone e Zauli, diverso il discorso per Battistini che aveva vinto due campionati ma ha deluso. Non serve un allenatore giovane per valorizzare i giovani, neanche servono i giovani, l’importante è costruire una squadra spettacolare, motivata e possibilmente lottare per i playoff. Naturalmente, nulla contro Colombo, il mio ragionamento è generale e tocca l’intero sport.

In bocca al lupo alla Reggiana e, ovvio, spero di avere sbagliato previsione.

 

Vanni Zagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.