Tuttosport, Reggiana-Modena 1-0. Le due occasioni per Calapai, il rigore negato a Bovo. La reazione minima dei gialli. La partita del tifo con ardore canarino. Cesarini da serie A

Luca Calapai (Vignoli)

La versione originaria del racconto del derby di serie C

VANNI ZAGNOLI
REGGIO EMILIA. A Miami, Alicia Rickter festeggia la nomina a vicepresidente della Reggiana con il marito Mike Piazza e i bambini. E’ granata il quarto derby in sequenza, del fiume Secchia, compresa la sfida di coppa Italia, di novembre 2016. I tifosi della città del primo tricolore si consolano così, per le due sconfitte con il Parma (più promozione), risolve Cesarini a inizio ripresa ma il primo tempo era stato canarino.
“Caliendo mazet!”, ammazzati, è lo striscione esposto dai 700 arrivati tra ferrovia e via Emilia, anche per la gente della Ghirlandina questo è il secondo derby, viene dopo la rivalità con il Bologna e prima di Carpi e Sassuolo, giovani quanto ricche coprovinciali. Reggio e Modena, insomma, sono circondate, questo i Piazza lo sanno, invocano la serie B pur avendo diminuito il budget e ottenuto dal tagliatore di teste Andrea Calì, milanese, il congedo di ben 11 dirigenti. Dice bene Leonardo Menichini: “Dimentichiamoci i playoff scorsi”.
Quest’anno aveva battuto solo la Trastevere, in coppa Italia. Resta a 0 il Modena e quasi avrebbe meritato il punticino, perchè Calapai mette in crisi la difesa reggiana. Altinier non decolla, ci pensa Bovo, spinto da Sosa: dalla tribuna il rigore è lampante, purtroppo non c’è la var.
La ripresa è della squadra che si alterna al Mapei con il Sassuolo: Panizzi per Altinier, alto; Manfredini risponde a Cesarini. Il portiere si arrende al “mago”, servito da sinistra da Carlini, decisivo nel derby di gennaio, Altinier non arriva, Alessandro Cesarini sì: a 28 anni, vale la serie A, addirittura. Eziolino Capuano è squalificato, i gialli lo tradiscono nella reazione, modesta. Solo cross.
REGGIANA-MODENA 1-0
Marcatore: st 8′ Cesarini.
REGGIANA (4-3-3): Facchin 6.5; Ghiringhelli 6, Crocchianti 6, Spanò 6.5, Panizzi 6; Bovo 6, Genevier 6.5, Carlini 6.5 (43′ st Riverola ng); Napoli 6 (43′ st Bobb ng), Altinier 6 (24′ st Rosso 6), Cesarini 7 (35′ st Cianci ng). A disp. Narduzzo, Viola, Manfrin, Lombardo, Rocco. All. Menichini 6.5.
MODENA (3-5-2): Manfredini 6; Ambrosini 6, Polverini 6, Sosa 5.5; Calapai 6.5, Giorno 5.5 (9′ st Remedi 5), Carraro 5 (24′ st Persano 5.5), Capellini 6, Popescu 6; Maritato 5 (36′ st Momentè ng), Galuppini 5.5 (9′ st Louzada 5). A disp. Chiriac, Minarini, Aldrovandi, Solini, Castagna, Garofalo, Arcaleni, Badjie. All. Padovano 5.5 (Capuano squalificato).
Arbitro: Dionisi di L’Aquila 6.
NOTE – Spettatori: 7000 circa. Ammoniti: Popescu e Cesarini per gioco non regolamentare, Carlini e Remedi per proteste. Angoli: 3-3. Recupero tempo: pt 1′, st 5′.

Related Posts

Leave a reply


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.