Zizzagando. 10 titoli di sport

Con Tomáš Kyzlink

(v.zagn) 1) Atletica, la tripletta giamaicana sui 100 femminili arriva dagli allenamenti a Lignano Sabbiadoro. Elaine Thompson con il record olimpico, in 10”61”, Shelly Ann Fraiser, che era la favorita, e la Jackson sono tutte testimonial della località friulana e di quel meeting. Mentre i sudafricani si allenano a Gemona del Friuli.

2) Scherma. Aida Mohamed, riserva nell’Ungheria, del fioretto, è alla 7^ olimpiade, ha 45 anni.

3) Tiro a volo, nella fossa olimpica, Alessandra Perilli è bronzo, prima medaglia nella storia di San Marino, a 33 anni. I grandi sportivi della repubblica del Titano, Manuel Poggiali e Massimo Bonini, la vincitrice del campionato di San Marino disputa la Champions league. Il San Marino anche in serie C.

4) Le olimpiadi dei fidanzati, a medaglia Daniele Garozzo e Alice Volpi, Enrico Garozzo con l’estone campionessa olimpica a squadre.

5) La 19enne martellista cubana Alegna Osorio morta per le ferite alla testa riportate in un incidente in allenamento in aprile, quando era stata colpita da un martello. Le morti durante gli sport, uno schermidore 40 anni fa. Non morì, ma un giavellotto si conficcò in una spalla, al golden gala di Roma.

6) La fidanzata di Lucilla Boari, di nuovo tutte le azzurre fidanzate con una donna: Rachele Bruni medagliata a Rio, Martina Criscio nella scherma, Paola Egonu era fidanzata con Skorupa, la judoka Alice Bellandi.

7) La staffetta 4×400 mista, nell’atletica e 4×100 mista mista nel nuoto: mischiare i generi diventa spettacolare, anche negli sport di squadra, almeno come esibizione. Quali sono gli sport che hanno già le competizioni miste, di genere: nuoto, atletica, triathlon, judo, equitazione, tuffi, tennis, tiro a volo, tiro a segno.

8) Atletica: il record italiano eguagliato da Daisy Osakue, nel disco, a 63,66, l’episodio di razzismo di tre anni fa: alla vigilia degli Europei di Berlino, poi terminati con un prestigioso quinto posto, a Moncalieri, fu vittima di un’aggressione notturna a sfondo razziale con lancio di uova, le procurò una lesione alla cornea di un occhio.

9) Il portiere di pallamano nell’Angola femminile, Teresa, pesa 98 chili, è alta uno e 70. “Felice – racconta – anche come donna. Sono solo più complicati i movimenti”.

10) Boxe, l’anomalia dei due bronzi, che favorisce anche Irma Testa, sconfitta in semifinale. Non si disputano le finali per il 3° posto. Anche nel judo sono due bronzi, ma da due finali, con possibilità di arrivarci tramite ripescaggio. Se non si disputano le finali per il bronzo, molti quarti posti sarebbero terzi.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.