Zizzagando. 11 titoli di sport

Con Arrigo Sacchi

(v.zagn) 1) Spezia, l’americano Platek è il nuovo proprietario, 24 milioni sono comunque pochi, per un club di serie A. Ha già due società, il Casa Pia, nella serie B portoghese, e il Sønderjysk, in A danese. Il patron Gabriele Volpi aveva mantenuto per 5 anni il Rijeka, in Croazia, mentre per ora si tiene l’Arzachena, in serie D.

2) Spezia, l’impresa della storia, battere il MIlan capolista grazie a due dei 3 spezzini in rosa, Maggiore, che era stato al Milan sino ai 14 anni, e Bastoni. L’andamento della Juve, a 3 vittorie e una sconfitta. Le 4 sconfitte ravvicinate del Milan, segnali di cedimento.

3) Pessina e la galleria di talenti dell’Atalanta, scoperti e valorizzati in questi anni. L’eredità di Papu Gomez. Che batte 2-0 il Barcellona, con il Siviglia, e l’ipoteca la qualificazione alla finale di coppa del Re, restando in campo per tre quarti di gara.

4) Petrachi vince la causa con la Roma, avrà subito i 5 milioni di euro, poi comunque la società farà ricorso: “Licenziamento illegittimo”.

5) Mondiale per club, i 6 trofei in sequenza per Flick, come Guardiola al Barcellona. Era stato per 8 anni vice di Low, nella Germania. Il Pallone d’oro della manifestazione va a Lewandowski. Che nel 2010 era già del Genoa, era proprio a Marassi, a vedere un derby, Preziosi non ha mai chiarito perchè rinunciò.

6) La depressione di Leigh Nicol, calciatrice del Crystal Palace, dopo la diffusione di video intimi. “Posso capire il motivo per cui le persone si suicidano per cose del genere – ha raccontato la 25enne in un’intervista a Sky Sports –, non so come sono riuscita a superare il periodo. C’è voluto un cambio di prospettiva e il circondarmi delle persone giuste. Tuttavia ricevo ancora commenti, almeno uno a notte. È frustrante che mi riconoscano solo per questo. Nessun club voleva relazionarsi con me”

7) Basket, il record negativo di Reggio, 52 punti contro Milano, che ne fa 80. Nessuno aveva mai segnato così poco, alle final8. L’allenatore Martino ha rinunciato al migliore, Sutton, arrivato a metà gennaio, che aveva chiesto di non giocare il resto della partita. Poi mancavano i lughi Justin Johnson e Frank Elegar. Sutton probabilmente andrà via. Milano ha avuto gioco facile.

8) Volley, l’enplein delle italiane, 8 ai quarti di Champions league. Modena ha perso clamorosamente due partite, in casa, ringrazia Zaytsev e il Kemerovo che, già eliminato, vince il tiebreak contro Varsavia. Anastasi aveva bisogno di 9 punti, con il Varsavia, per passare, si ferma a 5, anche per la serie iniziale del quinto set di Zaytsev, in battuta. Lo zar è ancora sotto contratto con Modena, ma non ritornerà qui.

9) Volley, fine del ciclo a Perugia per Atanasijevic, dopo 8 anni lascerà, nonostante un’altra stagione di contratto. Non rinnova, l’opposto serbo era il simbolo di ogni successo. Problemi fisici ma anche altre scelte di coach Heynen, potrebbe andare a Piacenza.

10) Atletica, Jacobs a due centesimi dal record italiano dei 60, Trost vince con 1,94. Due buone prestazioni, a Lodz.

11) Ti aspetti una medaglia mondiale dello sci e invece arriva l’argento mondiale nello snowboard, da Michela Moioli: “Dedicato a Sofia Goggia, altra bergamasca”. Dopo il titolo olimpico, a Moioli manca solo il mondiale, ma a 25 anni avrà tempo.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.