Zizzagando. 13 titoli di sport

(v.zagn) 1) Sassuolo-Milan è la partita degli Squinzi, il patron Giorgio, scomparso un anno fa, raccontato dalla sorella Laura, avvocato, che seguì l’acquisizione dello stadio Mapei. “Avrebbe parlato del Sassuolo in Champions, era tifoso del Milan”. E’ appassionata di golf.

2) De Zerbi: “Vincessimo, torneremmo a due punti dalla prima, sarebbe il coronamento di 3 anni di lavoro. Ibrahimovic è uno dei pochissimi campioni in Italia, meglio non ci sia. Hanno tutto, cerchiamo di vincere, come a Firenze, nel 2020 abbiamo perso raramente, cresciamo, rimettiamo ogni giocatore al centro del progetto. Servono pazienza e precisione, saper leggere la gara: a Firenze abbiamo subito l’1-1 nell’istante sbagliato: in vantaggio, o addormenti la partita o cerchi il raddoppio. Locatelli è molto importante, per la personalità, sopperiamo alla sua assenza con qualcuno che non è ancora così forte, lui da noi è cresciuto tanto mentalmente”.

3) 25 anni fa la sentenza Bosman. Com’è cambiato il calcio da allora. Che fine hanno fatto tutti i fuori lista, in serie A: Milik, Khedira hanno contratti pesantissimi, ma anche Schoene, la scorsa stagione titolare nel Genoa, Birsa del Cagliari ha rescisso. La Lazio ne aveva parecchi.

4) I 5 cambi prorogati, a livello internazionale sino a metà del 2022, l’evoluzione dei cambi nella storia.

5) Amaral faceva il becchino, da giovane, prima di diventare calciatore, arrivò nel Parma di Tanzi.

6) Ali Bennaceur nella top 10 dei migliori arbitri di sempre nonostante non abbia visto la mano di Dio, di Maradona, al mondiale dell’86, con l’Inghilterra.

7) Papu Gomez non convocato con la Roma, è la fine del rapporto con l’Atalanta, nonostante fosse entrato nell’azione del pari con la Juve.

8) Tutte le occasioni perse da Destro, a 29 anni saprà andare oltre la doppietta di ieri sera? Sarebbe una scommessa vinta da Daniele Faggiano, che cerca sempre di rilanciare quel tipo di talenti.

9) Il processo Aemilia, a Bologna, la conferma della condanna a 2 anni per Vincenzo Iaquinta, campione del mondo del 2006, con la condizionale, mentre il padre ha avuto uno sconto di 6 anni, da 19 a 13 anni, entrambi si sono sempre proclamati innocenti.

10) Gli 80 anni di Castagner e del Perugia secondo imbattuto, nel ’79, unica squadra nella storia della serie A.

11) Il nuovo presidente della Reggiana è il cosentino Carmelo Salerno, un segnale, per Aemilia, per le accuse di ndrangheta che piombano sugli emigrati da Cutro alla Bassa Reggiana. Architetto, era presidente del Modena che battè la Reggiana in serie D e venne ripescato dopo i playoff. La Reggiana invece pagò. Adesso, spera nel doppio salto. Tosi lo centrò al Modena.

12) Giuliano Razzoli positivo al covid, è l’ultimo uomo italiano campione olimpico di sci.

13) Ciclismo, la morte di Waldemaro Bartolozzi, 93 anni, ds mitico, di Moser, Bitossi, Argentin. Si può far ricordare dagli altri ds dell’epoca.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.