Zizzagando. 13 titoli di sport

(v.zagn) 1) La grandezza di Vlahovic, 29 reti nel 2021, negli ultimi 69 anni è quarto, può raggiungere persino i 33 gol di Cristiano Ronaldo, almeno i 30 di Crespo 2001 e di Higuain 2016.

2) La Salernitana, Stefano Colantuono è l’allenatore più debole della serie A, dopo la sequenza di 7 vittorie con l’Atalanta, record societario, si è perso.

3) Roma-Inter, la religione delle sfide, la capitale contro la capitale economica, Viola contro Moratti, anche se non si sono mai affrontati, come famiglia.

4) Napoli-Atalanta, la religione del gasperinismo contro lo spallettismo, cioè coraggio contro controllo.

5) Il centro sportivo Paolo Rossi, intitolato, a Perugia. Intitoliamo a grandi figure, anche viventi, i centri sportivi. Trigoria a Di Bartolomei, Formello a Chinaglia. Collecchio a Calisto Tanzi, comunque, Milanello a Silvio Berlusconi, Appiano è già di Angelo Moratti.

6) Atletica, Tamberi ispira il mondo, dunque, premiato durante gli awards. Insieme a Larissa Iapichino per il mondiale indoor under 20 e alla staffetta 4×100 donne oro nel mondiale di staffetta.

7) Atletica, la morte di Lamin Diack, già presidente del Iaaf, senegalese. La rivalità e l’eredità di Primo Nebiolo, gli scandali.

8) Naturalmente, i gay e i gesti affettuosi da evitare, al mondiale. Mah, da che mondo e mondo, atleti e atlete, soprattutto i fidanzati, si baciano, penso a Sara Carbonero e a Iker Casillas, nella notte mondiale, del 2010. Chessò, i gay dichiarati non possono scambiare effusioni dopo una rete?

9) Nuoto, il dt Cesare Butini, il videoracconto. La differenza nei confronti dei ct del calcio e degli altri sport di squadra o individuali: “Ascolto il consigliere e Bonifazi, siamo in 3. Le convocazioni per i mondiali in vasca corta sono accettate sempre, dal Coni: non siamo la federazione natatoria più ricca del mondo, neanche la più ricca di piazzamenti”.

10) Nuoto, cade il ct più longevo d’Italia, Massimo Giuliani. Me l’aveva detto a Riccione, mercoledì, il dt Butini: “Massimo Giulini non è più il ct del fondo, dopo 30 anni, e neanche il sindaco di Piombino”.

11) Volley, il videoracconto di Fefè De Giorgi e anche un accenno alla vita di Giuseppe Manfredi, presidente federale: “40 anni ad Alberobello, da funzionario comunale. Ero stato giocatore e poi allenatore”.

12) Boxe, il coming out di Irma Testa: “Lesbismo non è imperfezione. A 6 anni”. Ecco, l’inclinazione può uscire già da bimba, è una bella lezione che dà Irma. Credo sarebbe bello se tutte le persone che hanno un certo look, che lasciano pensare di essere omosessuali, lo confermassero, proprio per aumentare la cultura dell’accettazione. Non è diversità, non è nulla, solo una vita piena, comunque.

13) Sci, la vittoria di Sofia Goggia, il personaggio, l’infortunio, le goggiate. In tempo per le olimpiadi invernali, dopo avere perso i mondiali.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.