Zizzagando. 15 titoli di sport

Con Renzo Corni

(v.zagn) 1) Pirlo debutta da allenatore con la Juve under 23. Cosa fanno i campioni del mondo del 2006, Iaquinta nonostante la condanna in primo grado per Aemilia aveva iniziato ad allenare la Reggiana under 17. L’affinità fra Pirlo e Guardiola, entrambi ex registi e partiti dalla squadra B.

2) Le strisce più lunghe della Juventus. 15 scudetti per il Tafea (Vanuatu, dal 1994 al 2008-09); 14 per il Lincoln (Gibilterra) dal 2002-03 al 15-16 e lo Skonto Riga (Lettonia) dal ’91 al 2004; 13 Rosenberg (’92-2004, Norvegia) e Bate Borisov (Bielorussia, 2006-2018); 11 Dinamo Zagabria (Croazia, 2005-06/2015-16), 10 Dynamo Tbilisi (Georgia, 1990-1999) e Dynamo Berlino (Germania dell’Est 78-79-87-88).
Sarri sorride poco, è uno scudetto in sordina, almeno ha provato a giocare. E’ l’allenatore più vecchio della serie A, anche più di Liedholm.

3) La prima tripletta di Federico Chiesa in serie A, come già il padre Enrico. Padre e figlio triplettisti in A sono unicamente loro e i Mazzola, Valentino e Sandro.

4) L’unicità di Caputo, non ricordo nessuno arrivato in serie A a 31 anni capace di segnare 37 gol, fra l’altro quest’anno con 2 soli rigori. Reggerà sino all’anno prossimo, agli Europei? Quest’anno li meritava. La birra che porta il suo nome.

5) Infinito Giorgio Perinetti, a 69 anni diventa ds del Brescia, a 21 diventò dirigente del settore giovanile della Roma. Al posto del giovane Stefano Cordone. Delneri, 70 anni, è il dt del Brescia. I dirigenti senza età: Franco Carraro a 80 anni in Figc, come presidente del consiglio direttivo della divisione calcio paralimpico e sperimentale.

6) Lucescu deve rinunciare ad allenare la Dynamo Kiev: “Gli ultras non mi perdonano i 12 anni allo Shakhtar Donetsk”. Fabio Gallo fu costretto a rinunciare a diventare vice di Giampaolo al Brescia, perchè gli ultras non gli perdonarono i 6 anni all’Atalanta, dopo i 3 con le rondinelle.

7) Continuano a piacere gli allenatori che fanno giocare bene: Giampaolo è vicino al Torino, Di Francesco alla Fiorentina, nonostante vengano da due esoneri prematuri. Per non parlare di Liverani, convincente nel gioco al Lecce ma vulnerabile in difesa. Al Brescia piace Dionisi, altro che al Venezia gioca bene. Non bastano semplici salvezze per restare, Longo, Iachini e Zenga non hanno fatto abbastanza bene.

8) Il sud scende dalla serie B. La Juve Stabia è durata solo un anno, più i due del ciclo precedente, il Trapani era appena risalito, rischia il fallimento, magari va ai playout a tavolino, con il punto indietro.

9) Il Verona compra una pagina pubblicitaria su La Gazzetta dello Sport per ringraziare Pazzini, raro. Senza sponsor, fra l’altro. Il Pazzo piange. 5 anni con anche troppa panchina, a 36 anni continuerà ma resta a vivere a Verona.

10) Reggiana, il capitano della promozione, Alessandro Spanòl, a 26 anni lascia il calcio per una borsa di studio internazionale, scelta unica. Ha discusso la tesi il giorno dopo della finale playoff vinta con il Bari. Sono tanti i giocatori laureati, nessuno però lascia il calcio a quella età. Andrà a vivere per anni fra Londra, Shangai e San Francisco. E’ milanese, di Giussano.

11) Nuoto, Benedetta Pilato firma il 4° tempo italiano di sempre, sui 100 rana, proverà a qualificarsi per l’olimpiade, a scapito di Martina Carraro o di Arianna Castiglioni. Ha firmato il tempo ai campionati giovanili di Casarano.

12) Basket, Roma si è salvata, poi si è iscritta, Toti: “Fra un mese i nuovi proprietari”, Torino beffata. Toti si è iscritto con un giorno d’anticipo. Torino beffata per la seconda volta, dunque, resterà in serie A2.

13) Il volley riparte con due tabelloni, da domenica 13 settembre. L’andata delle semifinali di supercoppa, in casa della 3^ e della 4^ di regular season e con i gironi di coppa Italia per coinvolgere le altre 8 squadre di serie A1. La finale di supercoppa sarà all’arena di Verona, evento dal grande impatto. Trento-Civitanova è semifinale ma è come fosse la finale. Perugia è favorita su Modena.

14) I campionati a squadre dispari. Il volley femminile sarà a 13, la serie A, se la federazione darà l’ok dopo la richiesta di ripescaggio di Trento. Perugia e Trento sono le uniche ad avere la doppia squadra, maschi e femmine.

15) Un Europeo di baseball nei paesi, la candidatura di Settimo Torinese, Avigliana e Torino, per il 2021. Un bel segnale di ripartenza.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.