Zizzagando. 20 titoli di sport

Con Gabriella Dorio

di Vanni Zagnoli

1) La pace fra Demba Ba e Coltescu, tramite l’altro senegalese, N’doye, che ha giocato in Romania. Li ha fatti parlare e il giocatore del Basaksehir ha capito che il quarto uomo non è razzista.

2) Milan-Stella Rossa, la partita che ha cambiato la storia: l’infortunio a Donadoni, la ripetizione per la nebbia, i rigori, fu la vera, prima finale, per Sacchi. La distanza fra Atalanta e Real Madrid, assoluta. Juve-Porto facile, la doppia vittoria con Allegri, 4 anni fa. La finale di coppa delle Coppe ’83-’84, con Paolo Rossi. Lewandowski da Pallone d’oro, nel Bayern per la Lazio. Il Granada che era di Pozzo, per il Napoli.

3) La doppietta di Junior Messias, che arriva in A a 29 anni, sbarcò in Italia ma a 22, giocava nel torneo Uisp con una squadra di peruviani, è brasiliano. Faceva il fattorino di una ditta di elettrodomestici, lo notò Ezio Rossi, l’ex torinista, e nel 2015 lo portò al Casale Monferrato.

4) Il primo gol in Europa di Timothy Weah, nel Lille, l’errore invece dell’altro figlio di Thuram, Khephren, deviazione involontaria che diventa assist per un gol avversario, ha 19 anni. Paesi o club inconsueti ai sedicesimi di Europa league, il Molde (Norvegia), Wolfsberger (Austria), il Maccabi Tel Aviv (Israele).

5) Le capoliste alternative nei grandi campionati: Milan; Real Sociedad (con l’Atletico Madrid, che ha due partite in meno), Bayer Leverkusen; Lille e Lione in Francia; il Tottenham è accanto al Liverpool. Ma poi è probabile che vincano le solite grandi.

6) Inter-Napoli è la sfida fra le incompiute, fra sfidanti della Juve che negli anni poi hanno perso terreno, uscendo in anticipo dalla lotta per lo scudetto. Quest’anno quanto resisteranno?
All’Atalanta manca solo di vincere a Torino, con Gasperini. Non ci riesce dal ’90, contro la Juve.

7) Con Prandelli la Fiorentina se possibile è peggiorata, un punto in 4 partite, il 3-0 con l’Atalanta che in casa faticava. Conferma la perplessità su quando si richiama un allenatore che ha fatto benissimo 10 anni prima. E che dal 2013 non stava facendo bene.

8) Fiorentina, Bologna, Torino tutte in ritiro. Ma serve davvero? Tantopiù con il covid e, come ammette la Fiorentina, la difficoltà a trovare la struttura subito. La storia dei ritiri, da quelli aperti degli olandesi ai mondiali.

9) Eriksen, Papu Gomez. Quando il fantasista è di troppo, per motivi diversi. Torniamo a metà anni ’90, quando Ancelotti al Parma cedette Zola al Chelsea, per non derogare dal suo 4-4-2. E anche Dybala era al primo gol stagionale, non gioca sempre.

10) Bologna, il debutto in serie A di Mattia Pagliuca, 18 anni, attaccante. Quando il figlio è lontanissimo dal ruolo del padre. Zidane ha un figlio portiere e l’ha fatto debuttare da titolare, nel Real Madrid, un anno e mezzo fa.

11) Atalanta, morto l’ex stopper Amedeo Baldizzone, a 60 anni, era malato da tempo. Smise a soli 24 anni, dopo 3 operazioni, era anche in serie A, nel Cagliari.

12) Reggina, l’esonero di Toscano, nonostante la promozione. L’infortunio di Menez. Arriva Baroni, reduce da 3 esoneri.

13) Il furto a casa di Paolo Rossi durante i funerali. Un precedente pertinente. Il trafugamento della bara del figlio di Salvatore Bagni, nel ’92.

14) Nel giorno dell’addio a Paolo Rossi, Leonardo Mancuso fa 4 gol in meno di un quarto d’ora, 2-5 Entella-Empoli.

15) La prima vittoria stagionale del Crotone, la pazienza e il bel gioco pagano. Con Stroppa, arriva il 4-1 allo Spezia, brava la famiglia Vrenna a non esonerarlo.

16) La curiosità, il procuratore Giovanni Bia, ex anche Parma, squalificato per doping nel golf, accusato di ricettazione e sostanze dopanti. Lo conosco talmente bene che mi pare strano che sia coinvolto.

17) L’archiviazione per prescrizione per le scommesse per Beppe Signori: “Stress, disagio, giuro sulla testa dei miei 5 figli, ho detto in aula. Mi hanno rovinato la vita”. Una vicenda lunga 10 anni.

18) Brindisi capolista nel basket, addirittura ha vinto a Milano, sono pari in classifica. Vibo Valentia terza nel volley, il Napoli terzo nel calcio. Le presenze nei maggiori campionati per il sud sono comunque minime, l’A1 femminile di volley si ferma a Perugia. Nel basket extra nord abbiamo solo Sassari e Pesaro.

19) Volley, il 3-1 di Modena al Kemerovo di Zaytsev, in Champions league, 30-28 il quarto set, Modena aveva vinto i primi due.

20) Il campionato italiano di maratona, a Reggio Emilia, con 2 gradi, su un circuito, vincono la veneziana Epis, che conferma il minimo olimpico, e il molisano Grano.

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.