Zizzagando. 28 titoli di sport

(vzagn) 1) La Salernitana rischia di non finire il campionato di serie A, le altre squadre chiedono alla Figc di non levarla. Il problema è a monte, bisognerebbe impedire ai patron di avere partecipazioni anche solo di minoranza in altri club, anche di dilettanti. Il Bari prima o poi risalirà anche in serie A, De Laurentiis non può averlo. Esistono, eventualmente, le seconde squadre, da costruire, solo la Juventus l’ha creata. La Salernitana non doveva essere di Lotito, come il Bari di De Laurentiis.

2) Inter e Milan favorite, poi l’Atalanta, il Napoli con Spalletti potrebbe peggiorare rispetto a Gattuso.
Shevchenko da ct dell’Ucraina ha fatto bene, il problema è che le proprietà spesso scelgono un allenatore in base al nome. Mazzarri e Colantuono sempre peggio, con Cagliari e Salernitana, liggiù sono in 4 per 3 posti, le altre hanno qualità superiore, compresa la Sampdoria.

3) La Fiorentina al quinto posto, con i Della Valle era stata 5 volte quarta e una quinta, con Paulo Sousa. E’ il valore aggiunto di Vincenzo Italiano, basta poco per valutare un grande allenatore anche giovane, come Dionisi, o vecchio come Andreazzoli.

4) Inter-Cagliari è la partita di Walter Mazzarri. I limiti del suo gioco, non è più di moda, si fa rimontare alla Sardegna arena da Venezia e Salernitana, allo scadere, si può salvare ma è lontanissimo dal quarto di finale di Champions sfumato ai tempi supplementari, in Chelsea-Napoli, con gli inglesi poi vincitori.

5) Sì, l’Atalanta è da scudetto, gioca come nessuno, solo l’Inter, forse, è al suo livello. Sesta vittoria esterna di fila, record societario.

6) L’Empoli stupefacente, settimo o almeno ottavo, con Aurelio Andreazzoli, 68 anni, uno che ha persino lavorato, durante la carriera di allenatore. Ha sempre fatto giocare bene, al Genoa meritava maggiore pazienza.

7) Luca Gotti compra una pagina su Il Messaggero Veneto per ringraziare i tifosi, vorrei farlo anch’io… Si poteva non confermare, non meritava l’esonero, dall’Udinese. Chissà se ritornerà a fare il secondo, alla Mauro Tassotti. Esistono buoni allenatori che per scelta restano vice, a vita.

8) Il Messina fallisce, in serie D, a neanche fine girone di andata si ferma, in campionato.
In serie C, il Sud Tirol comanda il girone nord. Allo stadio Druso non si fuma, fu il primo a vietarlo, in Italia.

9) Torna Giuseppe Galderisi, in serie C, a Mantova, subentra.

10) La coppa Italia. Aspettiamo sorprese. Stasera per la serie B ci provano Cittadella e Benevento, domani il Lecce, sempre fuori casa: fossero eliminate, anche soltanto ai rigori, negli ottavi avremmo solo squadre di serie A.

11) Le sedute a porte aperte a Bologna, mentre persino il Modena, in serie C, le ipotizza a porte chiuse, di sicuro per le riprese. L’esempio virtuoso, di Mihajlovic, rispetto a tanti pretattici. E poi ci sarebbero i diritti di immagine, il Sassuolo di fatto mi impedisce di riprendere un allenamento, anche il Parma, a meno che non sia per testata autorevole, di tradizione. La Reggiana non ha avuto problemi, esclusa la rifinitura. Il Carpi in serie D naturalmente autorizza, anche la ripresa. In serie B, tutte le sedute della Spal sono a porte chiuse, da anni, credo sia assurdo. Studierei anche a livello nazionale.

12) Il 7-0 del Manchester City, il 5-0 del Bayern Monaco. Sono le squadre più spettacolari d’Europa, poi magari non vinceranno la Champions league, però generalmente sono le più prolifiche e più offensive.

13) Mls, New York vince il titolo del soccer, in Usa, rivive il mito dei Cosmos. Sarri: “Khedira dopo la Juve ha disputato solo 5 partite, il gruppo era a fine ciclo. A Empoli dai playout in serie B a metà classifica in A la mia espressione migliore”.

14) Le figuracce dello sport mondiale, ai sorteggi e non solo. Il sorteggio rifatto è unico, ma le palline riscaldate, i sospetti, i dubbi. Per non parlare dei corrotti fra i presidenti delle federazioni mondiali di vari sport.

15) Il mio Sarri sulla Juventus è finito su Sky, la mia domanda: “Era un gruppo a fine ciclo”. “L’Empoli il mio top”.

16) l ministro della cultura attribuisce 95 milioni per il restyling dello stadio Artemio Franchi, a Firenze. Già c’è il credito sportivo, capeggiato da Andrea Abodi, ex presidente della serie B, a foraggiare club e comuni per gli impianti sportivi, con quel metro tanti stadi possono rientrare negli investimenti pubblici, tanti sono in centri storici, il Mirabello.

17) Finale di partita, la rubrica di Giuseppe de Bellis in prima pagina, su Il Giornale, per anni. Il finale di mondiale, ho sbagliato a non vederlo, ero al Mapei a raccontare le professioni da stadio. Tutti i grandi titoli cambiati in extremis, dal pareggio di Baggio in Italia-Nigeria a Usa’94.

18) Samuel Eto’o presidente della federCamerun, allora all’Italia mettiamo Gianluca Vialli o comunque una bandiera, minimo come presidente onorario.

19) Basket, la crisi di Varese, Cremona e Brescia in serie A, mentre Cantù a primavera era retrocessa. La Lombardia fatica.

20) Basket, il primato di triple di Stephen Curry, con 2973 punti dalla lunga distanza, in Nba. La differenza con l’Italia, l’arco negli Usa è più lontano. L’idea del tiro da 4 punti. O persino da 5, potremmo mettere, con i tiri dalla propria metà campo. L’incidenza delle conclusioni pesanti in questo sport. Potremmo ipotizzare un punto che vale di più anche in altri sport. Premiare con il quarto punto, nel calcio, la differenza reti di un match sopra i 3 gol. Nel basket, il 3° punto arriva magari con molti assist, con molte schiacciate, con pochi falli, con la percentuale realizzativa superiore al 50%. Nel volley, per spettacolarizzare il gioco, premiare con un punto chi effettua le difese più spettacolari, almeno una per set, gli scambi più lunghi. Oppure, almeno 5 muri per set.

21) Il boicottaggio degli Usa a Pechino 2021, olimpiadi invernali. I boicottaggi nella storia, il primo fu dell’Africa a Montreal 1976, poi gli Usa per l’Urss, infine il blocco dell’est a Los Angeles 1984, esclusa la Romania.

22) Sci, Federica Brignone vince, la valanga rosa continua a imperversare. L’articolo a firma di lei, se riesco, di Maria Rosa Quario, da una vita firma de Il Giornale, premiata come articolo del 2020 dall’Ussi, ha preso il covid e Fede le faceva da infermiera. L’intervista al padre, sconosciuto, o al fratello, che mi pare abbia.

23) Paralimpici, Luca Pancalli rieletto all’Ipc, gli italiani che hanno incarichi internazionali, in tutti gli sport, abbiamo tanti grandi dirigenti.

24) Atletica, Nadia Battocletti, la conobbi a Modena, intervistai la mamma, pure, campionessa europea di cross under 23, a Dublino.

25) La longevità di Kimi Raikkonen, 19 stagioni di formula uno, le prime 9 di fila, poi 3 di stop e altre 10. Un discreto pilota, sostanzialmente sopravvalutato.

26) Max Verstappen campione del mondo. L’Olanda così sportiva: calcio (club e nazionale), volley, ora anche il primo iridato di formula uno, con appena 17 milioni e mezzo di abitanti.

27) Nuoto, il mondiale in vasca corta, a Dubai. Razzetti campione, a Riccione l’avevo raccontato in video, anche da solo.

28) Canoa, Stephanie Horn, la tedesca che abita a Brescia è passata dal 4° posto olimpico a un procedimento disciplinare, si parla di 6 mesi di stop, dalla marina militare. Propiziato dal ct Daniele Molmenti, le hanno persino impedito di partecipare alla presentazione del libro pubblicato da Italia sul podio, di Enrico Ghizolfi, a fine novembre aveva programmato un evento in provincia de La Spezia. Molmenti non ne parla, chissà cosa sarà successo

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.