(Ziz)zagando. Bologna, Saputo lascia la presidenza del Montreal. Acerbi, si ferma a 149 il numero delle partite ufficiali giocate di fila. La morte di Piedone Manfredini. Sorrentino e il rigore parato a Cristiano Ronaldo. Gli 80 anni di Gigi Simoni. Il viaggio a Siena e la crisi della Mens Sana. Il punto sulla Coppa d’Asia. Arbitri, Gavillucci vince il ricorso con la Figc

Con Paolo Moretti

(v.zagn) 1) Bologna, Saputo lascia la presidenza del Montreal Impact. “Ho meno tempo”. Resta proprietario del club canadese di Major Soccer League, così si concentra di più sul Bologna.

2) Acerbi interrompe il suo record, dopo 149 partite di fila ufficiali, fra Sassuolo e Lazio, salterà la prossima per espulsione discutibile.

3) Roma, molta della differenza in negativo rispetto alla scorsa stagione è fra i portieri, Alisson e Olsen. Icardi non vale 7 milioni a stagione. Tante volte incide poco.

4) L’assoluzione definitiva di Pepito Rossi, che si sta allenando con il Manchester United.

5) La morte di Piedone Manfredini, argentino, capocannoniere di Coppa delle Fiere, assoluto, con la Roma, con 12 gol. Era stato anche attore.

6) Sorrentino che ha parato il rigore a Cristiano Ronaldo. Le 4 figlie, da due donne diverse – la seconda moglie è spesso a quelli che il calcio -. La Grecia, figlio d’arte, ex torinista.

7) Gli 80 anni di Gigi Simoni. Moratti, Ronaldo, la premiazione a Cremona sabato, della serie B.

8) Le 7 giornate di squalifica per Enoch. E’ in serie D, al Pavia. Dov’era finito in questi anni. E Mario si presenta al Marsiglia.

9) Il punto sulla Coppa d’Asia. Domani Lippi contro l’Iran, venerdì gli Emirati contro l’Australia.

10) Arbitri, Gavillucci vince il ricorso con la Figc, è stato reintegrato. Poi bisognerà vedere se tornerà davvero ad arbitrare in serie A. In estate era stato dimissionato dalla Can di serie A per questioni tecniche, ha vinto il ricorso.

11) Il viaggio a Siena, Minucci. Era l’uomo degli scudetti di Siena, dei pagamenti in nero, adesso si occupa di marketing per motociclismo. La ripartenza del basket dopo gli scudetti tolti: il quart’ultimo posto in A2, la nuova crisi economica della Mens Sana (a rischio sopravvivenza, la pallacanestro) e il volley al debutto in A1 che rischia la retrocessione, subito, nonostante i grandi investimenti. La bellissima sala dei trofei, nella presidenza storica. La polisportiva Mens Sana, in compenso (il basket è fuori dalla polisportiva), che è la seconda d’Italia per tesserati, sui 3mila, con 22 discipline e 3 palazzetti (una è una tensostruttura) in pochi metri.

12) Gli sportivi al grande fratello: l’ex calciatore Ghezzal, passato anche dall’Inter, le figlie di Mihajlovic, Marco Maddaloni, judoka, fratello dell’olimpionico Pino.

13) L’addio anticipato per questioni fisiche, le lacrime di Murray e di Lindsay Vonn.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.