(Ziz)zagando. Il vitalizio ai vincitori della Champions del Barcellona, Walter Bianchi la vinse con il Milan è in difficoltà economica. Maradona non veniva sostituito. I capitani della Roma sempre contrastati. Di Lorenzo e Izzo fra i candidati al top 11 dell’assocalciatori. L’errore di Conte su Nainggolan. Il divorzio di Piero Ferrari. Thuram magnetico. I corpi militari e i contratti pubblicitari

Con Renzo Corni

(v.zagn) 1) Il vitalizio del Barcellona per chi ha vinto la Champions del 2009. Walter Bianchi la vinse con il Milan, per esempio, ma è in difficoltà economica.

2) Non ricordo sostituzioni di Maradona, ma dei più grandi. E’ normale sostituire Cristiano Ronaldo, è meno super.

3) Dopo 13 anni, ancora si parla dello scudetto del 2006, per il collegio di garanzia del Coni il ricorso della Juve è inammissibile. Speriamo sia l’ultima puntata.

4) I capitani della Roma sempre contrastati. L’ultimo Totti con Spalletti, l’ultimo De Rossi, ovvero il biennio senza Totti, e adesso Florenzi. Incredibile che non sia entrato nemmeno ieri sera. E’ come Candreva: con Spalletti non giocava più – magari anche perchè protestava -, con Conte gioca spesso e spesso bene.

5) Anche Mihajlovic fra i possibili migliori allenatori della scorsa stagione, per il Galà del calcio. E poi Di Lorenzo, Izzo, Piatek, fra i meno attesi. Gasperini è il primo candidato, comunque, come miglior allenatore.

6) Lo straordinario Cagliari, con il 5-2 alla Fiorentina, l’errore di Conte con il Ninja. La rosa è corta anche perchè lui ha voluto rinunciare a Nainggolan (3 assist e un gol) e a Perisic, passi per Icardi.

7) La supercoppa di Spagna a gennaio, con final four modello basket e volley italiano, con 50 milioni di montepremi. E’ a inizio gennaio, periodo di stop, in genere, per il calcio.

8) Modena, Piero Ferrari divorzia dalla moglie Floriana Nalin, marchigiana di Grottammare, dopo 50 anni di matrimonio, sorprendente. L’udienza fiume, l’accordo economico non ancora trovato. Hanno una figlia, Antonella, bionda come la mamma.

9) La difesa di Martina Caironi, sulla positività al doping, mi pare credibile.
“In attesa dell’esito delle controanalisi del campione B, dichiaro di essere a conoscenza della sostanza contenuta nella crema cicatrizzante che ho assunto. Tale crema veniva da me acquistata nel gennaio 2019 dopo tre mesi di sofferenza per ulcera all’apice del moncone. Si tratta di una ferita aperta che nessuno farmaco è riuscito a richiudere e nemmeno il non utilizzo delle protesi da cammino e da corsa, con evidenti disagi importanti. In gennaio chiedo al medico federale la possibilità di usare questa crema e mi viene detto che deve essere usata in modo locale e a piccole dosi, e che non è necessario il TUE per le quantità troppo basse. Faccio il test antidoping a luglio che risulta negativo. Da quel momento la ferita si apre altre due volte ma in maniera meno grave e quindi ritengo di poter continuare in piccole dosi in quanto sicura di non incorrere in alcun tipo di infrazione, tanto è vero che all’ultimo controllo antidoping di ottobre ho dichiarato tale sostanza. Mi ritrovo a dover saltare un Mondiale in un anno fondamentale senza ancora aver provato una definitiva cura per la mia ulcera”.

10) L’Italia affronterà Portogallo, Finlandia e Bielorussia nell’elite round di qualificazione ai Mondiali 2020 di calcio a 5. Soltanto la prima classificata del raggruppamento, che andrà in scena in Portogallo dal 27 gennaio al 5 febbraio, staccherà il pass per la rassegna iridata mentre la seconda classificata avrà un’altra chance nei playoff dove verranno messi in palio gli ultimi due pass (parteciperanno le seconde classificate dei quattro gruppi).

11) Thuram magnetico, comunque, è come un capo di stato, non solo sul razzismo: “Tutti abbiamo bisogno di essere amati. Se qualcuno si sente superiore per il colore della pelle, ha un problema”.

12) Smalling si è raccontato a Sky inglese, il veganesimo è la cosa più interessante. “Mia suocera mi ha consigliato i ristoranti vegani”. I personaggi sportivi vegani.

13) Quadarella lascia il corpo dei vigilli del fuoco, inconsueti i cambi di gruppi sportivi militari. Vuole gestire personalmente i contratti pubblicitari, magari andrà all’Aniene con Malagò. Vantaggi e svantaggi di appartenere a un gruppo sportivo militare.

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.