(Ziz)zagando. La classifica di serie A al netto degli errori del var. Merito anche a chi si procura i rigori. Cambio panchina nella stessa categoria, nella stessa stagione come fanno i dirigenti. Le proprietà locali in serie A, sono sette. La situazione in serie B e in C.

Con Luciano Gigliotti

(v.zagn) 1) La classifica al netto degli errori del var, il Torino sarebbe in Champions league.

2) Tanti rigori, per la classifica cannonieri contiamoli a metà, o meglio diamo anche 75% del merito a chi si procura il rigore e solo un 25% di merito a chi lo trasforma, per la classifica dei cannonieri. Era l’idea di Rino Tommasi.

3) La possibilità di cambiare panchina nella stessa categoria, nella stessa stagione, come in Germania. In fondo lo fanno i dirigenti, come Marotta.

4) Le proprietà locali: Agnelli, Pizzarotti, Pozzo, Percassi, Colombarini, Stirpe, Campedelli, devo verificare per Corsi, se è fiorentino, penso di sì. Dunque 7 proprietà su 20 sono locali.

5) Sul razzismo, il libro di Gherpelli, vicino all’Assocalciatori, con tutti gli episodi, dentro gli stadi ma anche tutte le storie.

6) Quando Cardona – il questore di Milano – era arbitro, memorabile un errore contro la Reggiana, Udinese-Reggiana 2-1, lasciò presto, in A, era un buon arbitro.

7) In serie B, 2 cambi di panchina. 2 punti in 7 partite, per Oddo, bravo a dimettersi. Foscarini licenziato dopo 5 sconfitte in sequenza, tornano Stroppa e Bisoli, l’allenatore della promozione. Il problema è che il Crotone pensa ancora alla serie A, invece rischia la C, mentre Bisoli è quasi esclusivamente bravo a difendersi.

8) Come va la serie C? Piacenza davanti a Pro Vercelli e Arezzo
il Pordenone ha 8 punti sulla Triestina, è vicino a una serie B storica.
Juve Stabia a +7 sul Trapani.

9) L’enplein di Milano, nel basket. Juve, Milano, Perugia nel volley, Novara al femminile. Venezia nel basket femminile.
Pallanuoto, la Pro Recco con Brescia, una sola sconfitta a testa. Catania al femminile. Nessuna sorpresa o quasi, insomma. Mentre in Inghilterra comanda il Liverpool e in Germania il Borussia Dortmund. Magari tenessero sino alla fine. Da noi vincono i più ricchi, non sempre i più bravi.




Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.