(Ziz)zagando. La desolazione di Signori: “Il difficile in Italia è dimostrare. Scelga Verdi”. Di Biagio traghettatore dell’Italia. Villas Boas ritirato per un colpo alla schiena, alla Dakar. Cairo per fortuna declina la federcalcio. Niente più liberalizzazione per i procuratori. La difesa di Luppi (Marzabotto): “La maglia della Rep. di Salò mi era stata regalata”

Con Nicola Lombardo, capufficio stampa Napoli

(v.zagn) 1) La desolazione di Signori, sul calcioscommesse: “Il difficile in questo paese è dimostrare. Andrà in prescrizione. Verdi scelga lui”. Il 22 febbraio ci sarà una nuova udienza.

2) Di Biagio traghettatore, come anticipava Tommasi nella mia intervista – che in parte non ho ancora pubblicato – e allora comunque debutterà in nazionale nelle due amichevoli.

3) Il racconto di Villas Boas, allievo prediletto di Mourinho. Incidente, ricovero, addio Dakar, poi tornerà a fare l’allenatore. Come pilota è un parente d’arte.

4) Cairo per fortuna declina la federcalcio. Presidente del Torino, editore di Rcs, manca solo che faccia anche il presidente federale.

5) Tornano i paletti ai procuratori, per evitare i parenti. Da 3 anni erano liberalizzati.

6) La difesa di Luppi l’attaccante del Marzabotto che aveva scatenato una bufera: “La maglietta della Repubblica di Salò era un regalo, nel riscaldamento ne avevo un’altra. Sono turbato per le minacce ricevute su internet, imito Shearer”

Related Posts

Leave a reply


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.