Calcio. I tabù sfatati dal Parma con l’Epifania, nella calza arrivano tre punti speranza con la Fiorentina.

4c7e28c36ebec0abe2baba507f827c19_169_l
Roberto Donadoni

Dalla Commemorazione di Ognissanti all’Epifania. Il Parma ha aspettato 66 giorni per ritornare a sorridere.

L’ultimo successo della formazione ducale risale al 1° novembre contro l’Inter grazie ad una doppietta di De Ceglie ed oggi ha ripreso a vincere di misura contro la Fiorentina con un gol di Costa. Il difensore gialloblu è tornato al gol dopo due anni e mezzo: non segnava dal 26 luglio 2012 a San Siro con la maglia della Sampdoria al Milan.

Così il centrale difensivo crociato ha permesso al Parma di interrompere la serie negativa di un pareggio e cinque sconfitte. Inoltre la squadra parmigiana non vinceva contro la Fiorentina dal 2007: finì 2-0 allora con una doppietta di Pepito Rossi, attuale attaccante viola, fermo ai box per infortunio.

Da allora il Parma aveva collezionato cinque pareggi ed una sconfitta con la Viola al Tardini. E’ la prima vittoria per Donadoni da quando si confronta con Montella: quattro pari (da Catania – Parma del 2011-12 a Parma – Fiorentina del 2013-14) ed una sconfitta (Fiorentina – Parma 2-0 del 2012-13).

Infine il Parma si è sbloccato dopo 263′: l’ultimo giocatore ad andare a segno è stato Palladino il 7 dicembre durante Parma – Lazio lo scorso 7 dicembre.

Biagio Bianculli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.